Le diverse tipologie di cloud computing

Per cloud computing si intende la fornitura su richiesta di risorse di calcolo come hardware, archiviazione, database e software attraverso Internet, liberando le organizzazioni dalla gestione diretta di dispositivi fisici e infrastrutture IT

0
122
Le diverse tipologie di cloud computing

Per cloud computing si intende la fornitura su richiesta di risorse di calcolo come hardware, archiviazione, database e software attraverso Internet, liberando le organizzazioni dalla gestione diretta di dispositivi fisici e infrastrutture IT.

Con l’aumento dei dati e la domanda di servizi online, gestire attività su server interni diventa complesso; il cloud computing risolve questa sfida, consentendo alle aziende di accedere e gestire risorse tramite Internet, simile a come si utilizza la posta elettronica online.

I vantaggi sono molteplici. Il cloud è scalabile, consentendo alle aziende di adattarsi dinamicamente alle esigenze senza investimenti in infrastrutture fisiche. I costi sono ottimizzati, con il pagamento solo per le risorse effettivamente utilizzate.

La collaborazione si potenzia grazie all’accesso dati da qualsiasi luogo, mentre la sicurezza avanzata e le precauzioni contro la perdita di dati offerte dai fornitori cloud rafforzano le strategie aziendali.

I principali modelli di servizi cloud sono: infrastructure as a service, platform as a service, software as a service.

Infrastructure as a Service (IaaS)

L’Infrastruttura come Servizio (IaaS) rappresenta un modello fondamentale nel panorama del cloud computing, offrendo agli utenti un accesso immediato e su richiesta a risorse informatiche essenziali, tra cui server virtuali, capacità di archiviazione, reti e strumenti di virtualizzazione.



Il principale obiettivo di IaaS è fornire un’infrastruttura flessibile e scalabile, permettendo agli utenti di configurare e gestire le risorse informatiche senza affrontare gli oneri associati all’acquisto, alla gestione e alla manutenzione di hardware fisico.

Questo modello si presenta come una soluzione notevolmente vantaggiosa rispetto ai tradizionali metodi di acquisizione delle risorse informatiche, poiché elimina la necessità di investimenti significativi in termini di capitale e di tempo richiesto per la configurazione di server, spazio di archiviazione e reti.

Con l’IaaS, gli utenti possono evitare l’onere finanziario e temporale associato alla gestione di hardware fisico, ottenendo un accesso flessibile alle risorse e pagando solo in base al consumo effettivo.

Ciò non solo offre considerevoli risparmi di costi ma conferisce anche una maggiore agilità operativa, permettendo alle organizzazioni di adattarsi dinamicamente alle mutevoli esigenze senza vincoli infrastrutturali.

Platform as a Service (PaaS)

La Piattaforma come Servizio (PaaS), o Platform as a Service, rappresenta un ambiente cloud completo progettato per semplificare e facilitare il processo di sviluppo, implementazione e gestione di applicazioni da parte degli sviluppatori.

In un contesto PaaS, gli sviluppatori ottengono un insieme completo di servizi e risorse necessari per la creazione e il funzionamento delle applicazioni, senza doversi preoccupare degli aspetti infrastrutturali sottostanti.

PaaS comprende un’ampia gamma di componenti, che vanno dai server e sistemi operativi alla rete, lo storage, il middleware e strumenti aggiuntivi.

Questo ambiente fornisce agli sviluppatori un’infrastruttura già configurata e pronta all’uso, consentendo loro di concentrarsi esclusivamente sulla scrittura del codice e sulla progettazione delle funzionalità dell’applicazione.

L’obiettivo principale di PaaS è accelerare il ciclo di sviluppo delle applicazioni, migliorare l’efficienza e ridurre la complessità associata alla gestione di tutti gli aspetti tecnologici.

Gli sviluppatori possono beneficiare di un ambiente preconfigurato, eliminando la necessità di occuparsi di dettagli operativi e concentrando la loro attenzione sullo sviluppo di applicazioni innovative e funzionali.

Software as a Service (SaaS)

Il termine “Software as a Service” (SaaS) si riferisce a un modello di distribuzione del software in cui un’applicazione è fornita attraverso il web da un fornitore o rivenditore.

Fondamentalmente, il SaaS consente agli utenti di fruire di funzionalità software in modo remoto, sfruttando la connessione Internet, e di usufruire dell’applicazione senza dover gestire complesse procedure di installazione o aggiornamento.

Questo modello offre convenienza, flessibilità e semplifica la manutenzione, in quanto il fornitore si occupa dell’infrastruttura e degli aggiornamenti, mentre i clienti pagano spesso un canone periodico per l’uso del servizio anziché acquisire una licenza permanente.

2