La taurina può rallentare l’invecchiamento

Una ricerca della Columbia University suggerisce che una carenza del nutriente taurina favorisce l'invecchiamento negli animali, mentre integratori a base di taurina sembrano rallentare l'invecchiamento e prolungare la durata della vita sana

0
730
La taurina può rallentare l'invecchiamento
La taurina può rallentare l'invecchiamento

Una ricerca della Columbia University suggerisce che una carenza del nutriente taurina favorisce l’invecchiamento negli animali, mentre integratori a base di taurina sembrano rallentare l’invecchiamento e prolungare la durata della vita sana.

Lo studio ha rilevato che i livelli di taurina diminuiscono significativamente con l’età e l’integrazione ha portato a sostanziali miglioramenti della salute nei topi e nelle scimmie.

Sono necessari studi sull’uomo per confermare questi risultati.

Lo stesso studio ha anche scoperto che gli integratori di taurina possono rallentare il processo di invecchiamento in vermi, topi e scimmie e possono persino prolungare la durata della vita sana dei topi di mezza età fino al 12%.

“Negli ultimi 25 anni, gli scienziati hanno cercato di trovare fattori che non solo ci permettano di vivere più a lungo, ma anche di aumentare la durata della salute, il tempo in cui rimaniamo sani nella nostra vecchiaia”, ha affermato il leader dello studio, Vijay Yadav, PhD, assistente professore di genetica e sviluppo presso il Vagelos College of Physicians and Surgeons della Columbia University.

“Questo studio suggerisce che la taurina potrebbe essere un elisir di lunga vita dentro di noi che ci aiuta a vivere una vita più lunga e più sana”.



Molecole antietà dentro di noi

Negli ultimi due decenni, gli sforzi per identificare gli interventi che migliorano la salute in età avanzata si sono intensificati man mano che le persone vivono più a lungo, e gli scienziati hanno imparato che il processo di invecchiamento può essere manipolato.

Molti studi hanno scoperto che varie molecole trasportate attraverso il flusso sanguigno sono associate all’invecchiamento. Meno certo è se queste molecole dirigano attivamente il processo di invecchiamento o se siano solo passeggeri in viaggio. Se una molecola è un motore dell’invecchiamento, il ripristino dei suoi livelli giovanili ritarderebbe l’invecchiamento e aumenterebbe la durata della salute.

La taurina è entrata per la prima volta nel punto di vista di Yadav durante la sua precedente ricerca sull’osteoporosi che ha scoperto il ruolo della taurina nella costruzione delle ossa. Più o meno nello stesso periodo, altri ricercatori stavano scoprendo che i livelli di taurina erano correlati alla funzione immunitaria, all’obesità e alle funzioni del sistema nervoso.

“Ci siamo resi conto che se la taurina regola tutti questi processi che diminuiscono con l’età, forse i livelli nel flusso sanguigno influiscono sulla salute generale e sulla durata della vita”, ha dichiarato Yadav.

La taurina diminuisce con l’età, l’integrazione aumenta la durata della vita nei topi
In primo luogo, il team di Yadav ne ha esaminato i livelli nel flusso sanguigno di topi, scimmie e persone e ha scoperto che l’abbondanza diminuisce sostanzialmente con l’età. Nelle persone, i livelli di taurina negli individui di 60 anni erano solo circa un terzo di quelli trovati nei bambini di 5 anni.

“È stato allora che abbiamo iniziato a chiederci se la carenza di taurina fosse un motore del processo di invecchiamento e abbiamo organizzato un grande esperimento con i topi”, ha affermato Yadav.

I ricercatori hanno iniziato con quasi 250 topi femmine e maschi di 14 mesi (circa 45 anni in termini umani). Ogni giorno, il ricercatore ha somministrato a metà di loro un bolo di taurina o una soluzione di controllo. Alla fine dell’esperimento, Yadav e il suo team hanno scoperto che la taurina ha aumentato la durata media della vita del 12% nei topi femmina e del 10% nei maschi. Per i topi, ciò significava da tre a quattro mesi in più, equivalenti a circa sette o otto anni umani.

Gli integratori di taurina nella mezza età migliorano la salute nella vecchiaia

Per sapere in che modo la taurina ha influito sulla salute, Yadav ha coinvolto altri ricercatori sull’invecchiamento che hanno studiato l’effetto dell’integrazione di taurina sulla salute e sulla durata della vita in diverse specie.

Gli esperti hanno misurato vari parametri di salute nei topi e hanno scoperto che all’età di 2 anni (60 in anni umani), gli animali integrati per un anno erano più sani rispetto alle loro controparti non trattate.

I ricercatori hanno scoperto che la taurina ha soppresso l’aumento di peso associato all’età nei topi femmina (anche nei topi in “menopausa”), ha aumentato il dispendio energetico, ha aumentato la massa ossea, ha migliorato la resistenza e la forza muscolare, ha ridotto i comportamenti depressivi e ansiosi e ha promosso un sistema immunitario dall’aspetto più giovane.

“Non solo abbiamo scoperto che gli animali vivevano più a lungo, ma abbiamo anche scoperto che vivono una vita più sana”, ha detto Yadav.

A livello cellulare, la taurina ha migliorato molte funzioni che di solito diminuiscono con l’età: l’integratore ha diminuito il numero di “cellule zombi” (vecchie cellule che dovrebbero morire ma invece indugiano e rilasciano sostanze nocive), ha aumentato la sopravvivenza dopo la carenza di telomerasi, ha aumentato il numero di cellule staminali presenti in alcuni tessuti (che possono aiutare i tessuti a guarire dopo una lesione), ha migliorato le prestazioni dei mitocondri, ridotto il danno al DNA e migliorato la capacità delle cellule di percepire i nutrienti.

Simili effetti sulla salute sono stati osservati nelle scimmie rhesus di mezza età, a cui sono stati somministrati integratori giornalieri per sei mesi. La taurina ha prevenuto l’aumento di peso, ha ridotto la glicemia a digiuno, ha aumentato la densità ossea nella colonna vertebrale e nelle gambe e ha migliorato la salute del loro sistema immunitario.

È necessario uno studio clinico randomizzato

I ricercatori non sanno ancora se gli integratori di taurina miglioreranno la salute o aumenteranno la longevità negli esseri umani, ma due esperimenti che hanno condotto suggeriscono che ha un potenziale.

Nella prima, Yadav e il suo team hanno esaminato la relazione tra i livelli di taurina e circa 50 parametri di salute in 12.000 adulti europei di età pari o superiore a 60 anni. Nel complesso, le persone con livelli di taurina più elevati erano più sane, con meno casi di diabete di tipo 2, livelli di obesità inferiori, ipertensione ridotta e livelli inferiori di infiammazione. “Queste sono associazioni, che non stabiliscono il nesso di causalità”, ha detto Yadav, “ma i risultati sono coerenti con la possibilità che la carenza di taurina contribuisca all’invecchiamento umano”.

Il secondo studio ha verificato se i livelli di taurina risponderebbero a un intervento noto per migliorare la salute: l’esercizio. I ricercatori ne hanno misurato i livelli prima e dopo che una varietà di atleti maschi e individui sedentari hanno terminato un intenso allenamento in bicicletta e hanno riscontrato un aumento significativo della taurina tra tutti i gruppi di atleti (velocisti, corridori di resistenza e bodybuilder naturali) e individui sedentari.

“Indipendentemente dall’individuo, tutti avevano un aumento dei livelli di taurina dopo l’esercizio, il che suggerisce che alcuni dei benefici per la salute dell’esercizio potrebbero derivare da un aumento della taurina”, ha affermato Yadav.

Solo uno studio clinico randomizzato sulle persone determinerà se ha davvero benefici per la salute, ha aggiunto Yadav. Sono attualmente in corso ulteriori studi per l’obesità, ma nessuno è progettato per misurare un’ampia gamma di parametri di salute.

Altri potenziali farmaci anti-invecchiamento, tra cui metformina, rapamicina e analoghi del NAD, vengono presi in considerazione per la sperimentazione negli studi clinici.

“Penso che anche la taurina dovrebbe essere presa in considerazione”, ha detto Yadav. “La taurina è prodotta naturalmente nel nostro corpo, può essere ottenuta naturalmente con la dieta, non ha effetti tossici noti (sebbene sia usata raramente nelle concentrazioni utilizzate) e può essere potenziata dall’esercizio”.

“L’abbondanza di taurina diminuisce con l’età, quindi ripristinarla a un livello giovanile nella vecchiaia può essere una promettente strategia antietà”, ha concluso.

Fonte: Science

2