Kiwi: tutta la vitamina C di cui abbiamo bisogno in un solo frutto

Con l'arrivo del mese di ottobre comincia anche la stagione dei primi freddi, un periodo in cui le persone devono proteggere la propria salute dai possibili malanni. Assumere la giusta quantità di vitamina C apporta numerosi benefici alle difese immunitarie. Ci sono tantissimi alimenti che contengono la vitamina C, ma esiste un frutto che è in grado da solo di soddisfare il fabbisogno giornaliero

637

Con l’arrivo del mese di Ottobre comincia anche la stagione dei primi freddi: un periodo in cui le persone devono proteggere la propria salute dai possibili malanni. Un’alimentazione sana e corretta può aiutare a rafforzare le difese immunitarie, e tutti dovrebbero sapere quanto è importante assumere la giusta quantità di acido ascorbico, più comunemente conosciuto come vitamina C.
Ci sono tantissimi alimenti che contengono la vitamina C, ma forse non tutti sanno che esiste un frutto che è in grado da solo di soddisfare il fabbisogno giornaliero. Insomma, una vera e propria bomba vitaminica per il nostro organismo che può contrastare efficacemente l’influenza.
L’importanza dell’assunzione di vitamina C nel nostro corpo è fondamentale. Infatti, se non se ne assume a sufficienza si corrono molti rischi e si è più esposti a contrarre i virus influenzali ed altre infezioni. Non solo, la mancanza di vitamina C provoca anche sofferenza alle articolazioni, una sensazione di fatica già dal mattino creando così malumori, e possibili problemi alla vista.
La vitamina C è quindi essenziale, ed averne un livello sufficiente consente di svolgere al nostro organismo il normale funzionamento. Ma qual è il frutto che contiene tantissima vitamina C?

Il frutto sorprendente

Il frutto di cui parliamo è il kiwi, un alimento veramente prezioso dal punto di vista della quantità di vitamina C in esso contenuta. Tra le diverse tipologie di kiwi quella più ricca in assoluto, che non tutti conoscono, è quella gialla, chiamata la kiwi gold, che ne contiene quasi il doppio rispetto agli altri tipi.
A differenza del kiwi verde, che per 100 grammi di frutto contiene circa 85 grammi di acido ascorbico, in quello giallo se ne trovano 161,3 grammi. Insomma, una vera e propria miniera di vitamina C.
Il kiwi giallo è un frutto che presenta un periodo di stagione che dura dal mese di Maggio fino al mese di Ottobre, e se si riesce a trovare la tipologia biologica, solo in questo caso, se ne può consumare anche la buccia esterna.
Per quanto riguarda l’apporto di vitamina C, nel caso non si riesca a reperire il kiwi giallo, andrà benissimo anche il kiwi verde, una tipologia che viene spesso coltivata in Italia. In questo caso ne basterà mangiarne un po’ di più per riuscire ad avere il giusto apporto vitaminico, cercando ovviamente di non superare la quantità di due frutti al giorno.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

La provenienza del kiwi

La maggior parte dei kiwi che vengono consumati arrivano dalla Nuova Zelanda, ma non solo. Infatti, anche l’Italia è il numero uno per la produzione dei kiwi verdi.