13.3 C
Rome
martedì, Dicembre 6, 2022
HomeEsplorazione SpazialeA breve Juno passerà vicinissima a Ganimede

A breve Juno passerà vicinissima a Ganimede

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Qual è la luna più grande del sistema solare? Più grande del pianeta Mercurio e non molto più piccola di Marte, Ganimede sta per essere esplorata da una navicella spaziale della NASA che la prossima settimana inizierà un’entusiasmante missione estesa.

Il satellite di Giove, Ganimede, sarà visitato il 7 giugno 2021 dalla navicella spaziale Juno della NASA, che ha appena completato la sua missione principale di cinque anni di rilevamento del pianeta gigante.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Juno ha terminato quella missione ad aprile con il suo 33° perijove (sorvolo ravvicinato), ma invece di prepararsi per il “tuffo mortale” su Giove nel luglio 2021, come inizialmente previsto, la più lontana navicella spaziale a energia solare dell’umanità ha avuto la sua missione estesa almeno fino a settembre 2025.

Il sorvolo di Ganimede del 7 giugno vedrà Juno passare a 1.000 chilometri dalla luna.

Il suo sorvolo a bassa quota, parte del suo perijove 34, comporterà una correzione di rotta che vedrà il periodo orbitale di Juno attorno a Giove ridotto da 53 giorni a 43 giorni. Orbiterà altre 42 volte il pianeta gigante, ma in modo molto più mirato.

Ciò gli consentirà di effettuare un sorvolo ravvicinato di Europa, cui passerà a meno di 320 chilometri il 29 settembre 2022. Sarà quindi in grado di sorvolare due volte la luna vulcanica Io, arrivando a 1.500 km sia il 30 dicembre 2023 che il 3 febbraio 2024.

Juno ha già dato una breve occhiata a Ganimede, restituendo le prime immagini in assoluto del suo polo nord dopo un sorvolo il 26 dicembre 2019.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Una luna oceanica: perché Ganimede è così interessante

Sebbene incredibilmente fredda e con un’atmosfera sottile, Ganimede rimane uno dei corpi più interessanti del sistema solare per la prospettiva di trovare la vita oltre la Terra.

Ciò è in gran parte dovuto al fatto che si pensa contenga un oceano di acqua salata sotto circa 150 chilometri di ghiaccio. Gli astrobiologi sostengono che potrebbe ospitare la vita microbica unicellulare.

7 cose che potresti non sapere su Ganimede

  • È la più grande delle 79 lune di Giove e uno dei quattro cosiddetti satelliti galileiani – lune ghiacciate – intorno a Giove, gli altri sono Europa, Callisto e Io.
  • È la luna più grande e il nono oggetto più grande del Sistema Solare.
  • È l’unica luna del Sistema Solare ad avere un proprio campo magnetico.
  • Quel campo magnetico provoca le aurore, i cui cambiamenti suggeriscono un oceano sotterraneo contenente forse 25 volte il volume d’acqua degli oceani della Terra.
  • Ha una sottile atmosfera di ossigeno, ma non è traspirante, quindi è quasi certamente troppo sottile per supportare la vita come la conosciamo.
  • È il 26% più grande di Mercurio, ma solo il 45% più massiccio. In effetti, è solo leggermente più piccola di Marte.
  • È stata precedentemente fotografata dalle sonde Pioneer 10, Voyager e Galileo della NASA.

Cos’è Juno?

Parte del programma New Frontiers della NASA di veicoli spaziali di scienze planetarie di medie dimensioni, la missione estesa di Juno significa che ora si sta spostando da una missione incentrata sullo studio della gravità e dei campi magnetici del pianeta gigante Giove a una esplorazione completa del sistema gioviano.

Quando è la prossima missione sulle lune di Giove?

La missione estesa di Juno dovrebbe aiutare la NASA e l’ESA (Agenzia spaziale europea) a pianificare le loro prossime missioni su Giove e le sue lune:

  • Missione JUpiter ICy moons Explorer (JUICE) dell’ESA (Agenzia spaziale europea) (lancio previsto nel 2022)
  • La missione Europa Clipper della NASA (lancio previsto nel 2024)
  • La missione della NASA Io Volcano Observer (IVO) (ora in esame per un possibile lancio nel 2026-2028)

La Cina sta inoltre pianificando due missioni, il Jupiter Callisto Orbiter (JCO) e il Jupiter System Observer (JSO), il cui lancio è previsto per il 2030 e l’arrivo nel 2036. Il JCO dovrebbe includere un atterraggio su Callisto.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Articoli più letti