4.5 C
Rome
domenica, Dicembre 4, 2022
HomeTecnologiaJames Webb: completata la fase di allineamento nota come "fine phasing"

James Webb: completata la fase di allineamento nota come “fine phasing”

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Dopo il completamento delle fasi critiche di allineamento dello specchio, il team del James Webb Space Telescope della NASA prevede che le prestazioni ottiche di Webb saranno in grado di soddisfare o superare gli obiettivi scientifici per i quali l’osservatorio è stato costruito.

L’11 marzo, il team del James Webb ha completato la fase di allineamento nota come “fine phasing“. In questa fase chiave della messa in servizio dell’elemento del telescopio ottico del James Webb, ogni parametro ottico che è stato controllato e testato ha prestazioni pari o superiori alle aspettative. Il team, inoltre, non ha riscontrato problemi critici, contaminazioni misurabili o blocchi al percorso ottico di Webb. L’osservatorio è in grado di raccogliere con successo la luce da oggetti distanti e consegnarla ai suoi strumenti senza problemi.

Anche se mancano mesi prima che James Webb fornisca la sua nuova visione del cosmo, il raggiungimento di questo traguardo significa che il team è fiducioso del fatto che il sistema ottico del James Webb, il primo nel suo genere, funzioni nel miglior modo possibile.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Più di 20 anni fa, il team Webb ha deciso di costruire il telescopio più potente che chiunque abbia mai messo nello spazio e ha escogitato un progetto ottico audace per soddisfare gli obiettivi scientifici più ambiziosi“, ha affermato Thomas Zurbuchen, amministratore associato per la missione scientifica della NASA a Washington. “Oggi possiamo dire che il design darà risultati“.


James Webb della NASA raggiunge il traguardo dell’allineamento, l’ottica funziona con successo. Credito: Goddard Space Flight Center della NASA

Alcuni dei più grandi telescopi terrestri sulla Terra utilizzano specchi primari segmentati ma  il James Webb è il primo telescopio nello spazio a utilizzare tale tecnologia. Lo specchio principale da 6,5 metri – troppo grande per stare all’interno di una carenatura del razzo – è composto da 18 segmenti esagonali di specchio in berillio. Per poterlo portare nello spazio, lo specchio è stato piegato per il lancio e poi dispiegato nello spazio, per poi regolare ogni specchio – con una precisione su scala nanometrica – per formare un’unica superficie.

Oltre a consentire l’incredibile scienza che il James Webb raggiungerà, i team che hanno progettato, costruito, testato, lanciato e ora gestiscono questo osservatorio hanno aperto la strada a un nuovo modo di costruire telescopi spaziali“, ha affermato Lee Feinberg, responsabile degli elementi del telescopio ottico James Webb presso il Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland.

Con il completamento della fase di allineamento fine del telescopio, il team ha ora completamente allineato l’imager principale di Webb, la Near-Infrared Camera, agli specchi dell’osservatorio.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Abbiamo completamente allineato e focalizzato il telescopio su una stella e le prestazioni superano le specifiche. Siamo entusiasti di ciò che questo significa per la scienza“, ha affermato Ritva Keski-Kuha, vicedirettore degli elementi del telescopio ottico per Webb presso la NASA Goddard. “Ora sappiamo di aver costruito il telescopio giusto“.

Selfie di allineamento di Webb NIRCam

Questo nuovo “selfie” è stato creato utilizzando una lente di imaging della pupilla specializzata all’interno dello strumento NIRCam che è stato progettato per acquisire immagini dei segmenti dello specchio primario anziché immagini del cielo. Questa configurazione non viene utilizzata durante le operazioni scientifiche ed è utilizzata esclusivamente per scopi di ingegneria e allineamento. In questa immagine, tutti i 18 segmenti dello specchio primario del James Webb sono mostrati mentre raccolgono luce dalla stessa stella all’unisono. Credito: NASA/STScI

Nelle prossime sei settimane, il team procederà ai restanti passaggi di allineamento prima della preparazione finale degli strumenti scientifici. Il team allineerà ulteriormente il telescopio per includere lo spettrografo nel vicino infrarosso, lo strumento per il medio infrarosso e l’imager nel vicino infrarosso e lo spettrografo senza fenditura. In questa fase del processo, un algoritmo valuterà le prestazioni di ogni strumento e quindi calcolerà le correzioni finali necessarie per ottenere un telescopio ben allineato su tutti gli strumenti scientifici. Successivamente, inizierà la fase di allineamento finale del James Webb e il team regolerà eventuali piccoli errori di posizionamento residui nei segmenti speculari.

Il team è sulla buona strada per concludere tutti gli aspetti dell’allineamento dell’elemento del telescopio ottico entro l’inizio di maggio, se non prima, prima di passare a circa due mesi di preparazione degli strumenti scientifici. Le prime immagini e dati scientifici a piena risoluzione di Webb saranno rilasciati in estate.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il James Webb è il principale osservatorio di scienze spaziali del mondo e, una volta pienamente operativo, aiuterà a risolvere i misteri del nostro sistema solare, a guardare mondi lontani attorno ad altre stelle e a sondare le misteriose strutture e origini del nostro universo e il nostro posto in esso. James Webb è un programma internazionale guidato dalla NASA con i suoi partner dell’ESA (Agenzia spaziale europea) e l’Agenzia spaziale canadese.

Articoli più letti