Il fossile dei dinosauri in lotta per l’eternità

Lo straordinario fossile del Montana è rimasto a lungo in un deposito aspettando una richiesta da qualche museo. Il fossile è stato messo all'asta nel 2013, ma nessuno ha raggiunto l'offerta minima di 6 milioni di dollari. Infine, gli amici del Museo di scienze naturali della Carolina del Nord, grazie a fondi privati, ​​hanno acquistato il fossile e lo hanno donato al museo

0
766
Indice

Due esseri che appartengono a un lontano passato sono stati rinvenuti nello stesso fossile. I due animali sono un Tyrannosaurus rex e un Triceratops horridus.  Il T.rex ha un dito rotto e alcuni dei suoi denti sono conficcati nella colonna vertebrale del Triceratops. Non sappiamo quale sia la causa della loro fine, forse dovuta a una calamità naturale o forse dovuta a un’accesa lotta tra i due animali che in seguito sono caduti in una palude dove sono morti insieme. Non sappiamo cosa sia successo e non sarà facile scoprirlo.

Il prezioso fossile ora è nelle mani dei ricercatori del North Carolina Museum of Natural Sciences che cercheranno di svelare il mistero.

Anche se non venissero trovati tracce di una lotta tra il T.rex e il Triceratops, il fossile avrebbe comunque molto da dire ai paleontologi. “Ci saranno letteralmente migliaia di studi condotti su questi fossili”, ha detto al National Geographic il paleontologo Tyler Lyson del Denver Museum of Nature and Science.

I due scheletri sono tra i più completi e articolati mai ritrovati finora. I due dinosauri presentano la gran parte delle ossa. Molte volte vengono ritrovati scheletri incompleti, con poche ossa che rendono impossibile una reale comprensione dell’animale a cui appartenevano. Gli arti anteriori del Triceratops ad esempio, potrebbero essere ancora racchiusi nei sedimenti o forse sono stati asportati dagli animali spazzini prima che potessero essere preservati insieme al corpo.

Nel 2006, il cacciatore di fossili Clayton Phipps e suo cugino Chad O’Connor hanno trovato il Triceratops che sporgeva dalla formazione di Hell Creek nel Montana. Invece di rimuovere semplicemente le ossa, hanno tenuto tutto racchiuso nella medesima roccia sedimentaria circostante. Questo non solo ha mantenuto le ossa al loro posto, ma ha anche conservato alcune prove importanti, come i contorni del corpo e le potenziali impronte lasciate dai tessuti molli.



“La conservazione è fenomenale e prevediamo di utilizzare ogni innovazione tecnologica disponibile per rivelare nuove informazioni sulla biologia del T. rex e Triceratops”, ha affermato la dott.ssa Lindsay Zanno, capo paleontologa presso il North Carolina Museum of Natural Sciences, in un comunicato stampa . “Questo fossile cambierà per sempre la nostra visione dei due dinosauri più noti al mondo”, ha aggiunto.

Per estrarre le informazioni dal fossile, Zanno e il suo team si recheranno nel Montana per studiare il sito in cui Phipps e O’Connor hanno ritrovato i resti. “Se non potessimo andare al sito in cui sono stati scoperti gli esemplari e raccogliere quei dati noi stessi, allora gli esemplari sarebbero molto meno preziosi da una prospettiva scientifica”, ha detto Zanno al National Geographic.

Il viaggio dello straordinario fossile dal Montana alla Carolina del Nord è stato lungo e complicato. Dopo che Phipps e il suo team lo hanno estratto dalla collina, lo hanno tenuto in deposito, aspettandosi una richiesta da qualche museo. Il fossile è stato messo all’asta nel 2013, ma nessuno ha raggiunto l’offerta minima di 6 milioni di dollari. Poi il fossile è finito al centro di una lotta legale per i diritti di proprietà. Infine, gli amici del Museo di scienze naturali della Carolina del Nord hanno utilizzato fondi privati ​​per acquistare il fossile e lo hanno donato al museo.

Il museo, per rispondere all’enorme interesse da parte del del pubblico, inizierà i lavori di ristrutturazione il prossimo anno per creare un nuovo SECU DinoLab. I visitatori potranno osservare gli scienziati mentre studiano il fossile. “Il modo in cui abbiamo progettato l’intera esperienza – invitando il pubblico a seguire le scoperte scientifiche in tempo reale e partecipare alla ricerca – stabilirà un nuovo standard per i musei”, ha detto Zanno. Il fossile sarà esposto nel 2022.

In futuro, il lavoro sul fossile potrebbe estendersi all’osservazione e allo studio del contenuto dello stomaco del Triceratopo o l’estrazione di eventuali molecole rimanenti dal campione. I ricercatori cercheranno inoltre le prove di un eventuale piumaggio sul T.rex.

Fonte: https://www.ign.com/articles/trex-and-triceratops-are-locked-in-the-same-fossil-and-scientists-want-to-know-why

2