I dinosauri erano a sangue freddo o caldo?

La prova che i dinosauri erano davvero a sangue caldo, si basa sulla composizione di antiche sostanze chimiche trovate all'interno di gusci d'uovo di dinosauro fossilizzati

0
3015
Indice

Uno dei maggiori misteri nello studio dei dinosauri è la questione se fossero a sangue caldo o freddo.

Un tempo si pensava che i dinosauri, come i rettili moderni, fossero creature a sangue freddo. In tempi più recenti, tuttavia, la crescente consapevolezza dell’origine dai dinosauri degli uccelli ha complicato questa ipotesi, suggerendo invece che i dinosauri, come i loro discendenti piumati di oggi, potrebbero aver avuto sangue caldo.

La prova che, almeno secondo l’ultimo studio che cerca di risolvere questo vecchio dibattito, i dinosauri erano davvero a sangue caldo, si basa sulla composizione di antiche sostanze chimiche trovate all’interno di gusci d’uovo di dinosauro fossilizzati.

I nostri risultati suggeriscono che tutti i principali gruppi di dinosauri avevano temperature corporee più calde rispetto al loro ambiente“, afferma il geofisico Robin Dawson della Yale University.

“Ciò che abbiamo trovato indica che la capacità di aumentare metabolicamente la loro temperatura al di sopra di quella dell’ambiente era un tratto precoce ed evoluto per i dinosauri“.



019 guscio d'uovo di dinosauro 2
Fossile di guscio d’uovo di dinosauro in sezione al microscopio con luce a polarizzazione incrociata. (Robin Dawson)

Nel loro studio, Dawson e i suoi colleghi ricercatori hanno esaminato frammenti di gusci d’uovo di dinosauri che risiedevano in Canada circa 75 milioni di anni fa, tra cui il grande erbivoro Maiasaura peeblesorum e il più piccolo, Troodon formosus  simile ad un uccello (la classificazione è in discussione).

Hanno anche esaminato un guscio d’uovo proveniente dalla Romania, stimato risalente a circa a 69 milioni di anni fa, probabilmente proveniente da un sauropode nano, il titanosauro.

Utilizzando una tecnica chiamata paleotermometria a isotopi aggregati, i ricercatori hanno analizzato i legami chimici nell’antico minerale carbonato che compone i gusci d’uovo.

In particolare, l’ordinamento atomico degli isotopi di carbonio e ossigeno nel reticolo molecolare indica la temperatura alla quale si è formato il materiale, in questo caso, suggerendo la temperatura corporea interna del dinosauro madre che ha deposto l’uovo.

019 guscio d'uovo di dinosauro 2
Uova di dinosauro Troodon. (Darla Zelenitsky)

Utilizzando questo metodo, il team ha scoperto che i campioni suggerivano che le temperature corporee erano più calde di quanto deve essere stato l’ambiente in cui vivevano. In altre parole, erano endotermici (in grado di generare internamente calore), al contrario degli animali ectotermici, che si basano sul calore dell’ambiente.

Nei test, i campioni hanno dato risultati da cui si estrapola che le temperature interne dei dinosauri erano da 3 a 6 gradi Celsius più alte di quelle ambientali, con punte fino a 15° C, che secondo i ricercatori sono le prove più affidabili del tipo di controllo della temperatura che avevano i dinosauri mai viste prima.

I nostri risultati sulle temperature corporee dei dinosauri, combinate con i precedenti lavori sugli oviraptorosauri e i grandi sauropodi, indicano che i rappresentanti di tutti e tre i principali lignaggi dei dinosauri avevano temperature corporee più elevate rispetto alle temperature ambientali, suggerendo che una capacità di controllo metabolico delle temperature corporee interne era ancestrale per i Dinosauri“, scrivono gli autori nel loro articolo.

Questi dinosauri dimostrano almeno un certo controllo metabolico sulla temperatura corporea per innalzarla al di sopra della temperatura ambiente, indipendentemente dalle loro dimensioni corporee“.

I risultati dello studio sono riportati in Science Advances.

2