Ecco le armi che l’Europa sta inviando all’Ucraina

Nel tentativo di rafforzare le difese dell'Ucraina contro l'invasione russa, i membri della NATO e altri paesi occidentali stanno immettendo una quantità impressionante di armi nel paese

0
4229

Nel tentativo di rafforzare le difese dell’Ucraina contro l’invasione russa, i membri della NATO e altri paesi occidentali stanno immettendo una quantità impressionante di armi nel paese. Finora, le armi hanno incluso armi leggere e missili progettati per distruggere carri armati e caccia russi; si sono dimostrate vitali nel rinforzare le difese ucraine, consentendo ai difensori di trarre vantaggio dalla scarsa prestazione dell’esercito russo in guerra.

Ecco un elenco delle armi che l’Occidente ha fornito all’Ucraina a partire dal 1 marzo. Si noti che un certo numero di altri paesi, in particolare la Francia, hanno dichiarato la loro intenzione di inviare aiuti, ma non hanno ancora specificato i tipi di equipaggiamento.

Pistole e fucili

Belgio (3.000 fucili), Repubblica Ceca (30.000 pistole, 7.000 fucili), Finlandia (2.500 fucili), GreciaLituania (numero sconosciuto di pistole e fucili), Portogallo

La 128a brigata d'assalto di montagna torna a uzhhorod
I soldati posano con i fucili durante una cerimonia di benvenuto per la 128a Brigata Zakarpattia d’assalto, dicembre 2021. – PUBBLICAZIONE FUTURA GETTY IMAGES
Pistole e fucili sono le principali armi leggere di una forza di terra o di un esercito. I fucili in genere equipaggiano la fanteria, mentre le pistole sono spesso trasportate da ufficiali, equipaggi di veicoli a terra e aerei e personale medico. Le pistole sono armi da fuoco che possono essere utilizzate con una sola mano se necessario e sparano una cartuccia a basso rinculo.

È probabile che la maggior parte delle armi inviate in Ucraina siano armi di tipo AK-47. Le forze di terra ucraine portano già fucili modello AK, un’eredità della sua appartenenza all’Unione Sovietica. I fucili inviati dalla Grecia sono descritti come “Kalashnikov”. Il Portogallo sta inviando un numero imprecisato di fucili G3 obsoleti. Il G3 è incompatibile con le munizioni da 7,62 x 39 e 5,45 millimetri utilizzate dai fucili di tipo AK e il suo uso pratico in Ucraina è nella migliore delle ipotesi discutibile.

Mitragliatrici

Repubblica Ceca (3.000), Italia

mitragliatrice pk ucraina

Un soldato ucraino punta la sua mitragliatrice PK, Krasnogorivka, luglio 2021.



ANATOLII STEPANOV GETTY IMAGES

Le mitragliatrici sono armi di supporto progettate per rafforzare la potenza di fuoco delle formazioni di fanteria. In alternativa possono essere montate su veicoli blindati. La maggior parte delle mitragliatrici moderne sono nella gamma del calibro di 7,62 millimetri, ma alcune, in particolare quelle montate su carri armati e altri veicoli da combattimento, hanno una portata fino al calibro .50 (12,7 millimetri). Le mitragliatrici sono utili anche contro veicoli corazzati leggeri.

L’Italia sta inviando sia mitragliatrici leggere che mitragliatrici “Browning”, probabilmente mitragliatrici pesanti M2 calibro .50.

Fucili da cecchino

Repubblica Ceca (“decine”), Paesi Bassi (100)

l'adolescente vede il fucile da cecchino durante la mostra delle armi

Un soldato con il suo fucile da cecchino dell’esercito, Kramatorsk, Ucraina, ottobre 2021.

IMMAGINI SOPA GETTY IMAGES

I fucili di precisione sono progettati per fornire fuoco di precisione con armi leggere a una distanza superiore ai fucili d’assalto. I fucili di precisione sacrificano la velocità di fuoco rapido per precisione e portata e hanno lo scopo di decimare le forze nemiche eliminando bersagli selezionati (come comandanti sul campo) e supportando addetti alle armi, radioman e altri.

Fucili da cecchino più grandi, tecnicamente noti come fucili anti-materiale, possono ingaggiare veicoli leggermente corazzati, antenne, antenne radar e aerei a terra e altri bersagli di grandi dimensioni che potrebbero essere facilmente disabilitati da un proiettile calibro .50 (o più grande).

Arma anticarro leggera M-72

Australia (?) , Belgio (200?), Danimarca (2.700?) , Finlandia (1.500?) , Grecia , Norvegia (2.000)

m72 nammo

Un marine statunitense che spara con un’arma anticarro leggera M-72 (LAW).

NAMMO

L’arma anticarro leggera M-72 (LAW) è stata originariamente sviluppata negli anni ’60 come arma americana a colpo singolo per sconfiggere veicoli corazzati nemici sul campo di battaglia. Il LAW è un tubo di lancio in fibra di vetro dotato di un meccanismo di avvistamento. All’interno è sigillato in fabbrica un razzo anticarro da 66 millimetri. Una volta sparato, il tubo di lancio viene gettato via.

L’ultima versione dell’M-72, l’M-72EC (Enhanced Capability), può penetrare fino a 450 millimetri di armatura omogenea, rendendolo in grado di disabilitare i veicoli da combattimento della fanteria russa e penetrare il fianco e l’armatura posteriore dei carri armati russi. La speculazione in Danimarca è che il contributo delle armi anticarro del paese sarà composto da M-72EC.

La Finlandia sta inviando 1.500 razzi anticarro leggeri. I razzi potrebbero includere M-72 LAW, armi anticarro leggere di nuova generazione (NLAW) o razzi APILAS più vecchi di fabbricazione francese.

Arma anticarro leggera di nuova generazione (NLAW)

Finlandia (1.500?), Lussemburgo (100), Svezia (5.000?), Regno Unito (2.000)

nlaw
Un soldato ucraino punta a un NLAW, Ucraina, 2022. – GETTY IMAGES

Secondo quanto riferito, una delle armi di maggior successo sul campo di battaglia ucraino è stata l’arma anticarro di nuova generazione. NLAW è un fratello maggiore dell’M-72 LAW, che sfrutta un diametro del tubo e una testata più grandi, pur essendo un sistema a razzo usa e getta. Come l’M-72, NLAW è un’arma non guidata.

NLAW, sviluppato dalla svedese Saab, pesa 10,5 kg e ha un raggio di combattimento da 20 a 750 metri. Saab afferma che il NLAW può “sconfiggere qualsiasi moderno carro armato“. Invece di attaccare frontalmente un carro armato, NLAW vola sopra un carro armato e poi fa esplodere una carica sagomata attraverso la sottile armatura del tetto di un carro armato. Una volta sparato, il tubo di lancio NLAW viene scartato.

Fucile senza rinculo Carl Gustav da 84 millimetri

Australia (?), Canada (100)

carl gustav ucraina
Un soldato delle forze speciali dell’esercito americano spara con un fucile senza rinculo Carl Gustav, Iraq, 2009. – FOTO DI SPC. WILLIAM HATTON/DVD

Una delle armi anticarro più longeve esistenti è il fucile svedese Carl Gustav senza rinculo. Il Carl Gustav è costituito da un tubo di lancio riutilizzabile in grado di sparare un proiettile anti-bunker, anti-corazza o antiuomo non guidato di 84 millimetri di diametro. L’arma può ingaggiare il nemico a distanze fino a 400 metri. L’esercito degli Stati Uniti utilizza una versione del Carl Gustav in un ruolo di supporto della fanteria.

Il Canada fornirà 100 Carl Gustav e 2.000 proiettili da 84 millimetri. L’Australia si è impegnata a fornire all’Ucraina armi anti-corazza senza nome e ha Carl Gustav nel suo arsenale.

Arma anticarro leggera Panzerfaust 3

Germania (1.000), Italia (?), Paesi Bassi (50)

panzerfaust 3 ucraina
Un soldato tedesco mostra l’ultima versione del Panzerfaust 3, in grado di superare le tessere dell’armatura reattiva, giugno 2021. – PHILIPP SCHULZE/DPA

Panzerfaust 3 è il moderno successore del famoso Panzerfaust (“Pugno di carro armato”) della seconda guerra mondiale. L’arma, come il suo antenato, è progettata per fornire alla fanteria tedesca un lanciarazzi riutilizzabile in grado di imbarcare carri armati e veicoli corazzati. Il Panzerfaust 3, come il Carl Gustav, è un’arma anticarro leggera che utilizza un tubo di lancio riutilizzabile. A differenza dell’arma svedese, tuttavia, Panzerfaust 3 spara veri e propri razzi.

I razzi Panzerfaust 3 hanno un diametro di 110 millimetri, il che li rende sostanzialmente più grandi di quelli dell’M-72 LAW. Di conseguenza, possono penetrare armature considerevolmente più spesse, fino a 800 millimetri di corazza d’acciaio. A differenza di molte armi anticarro, il Pz3 può essere sparato da spazi chiusi, come una stanza in un edificio, senza mettere in pericolo le persone dietro di esso con l’esplosione del razzo.

Missile anticarro a medio raggio FGM-48 Javelin

Australia (?), Estonia (?), Lettonia (?), Lituania (?), Stati Uniti (360+), Regno Unito (?)

La brigata delle forze di terra delle forze armate dell'ucraina tiene l'addestramento al sito di prova di rivne

Un soldato ucraino equipaggia un missile anticarro Javelin, Rivne, giugno 2021.

PUBBLICAZIONE FUTURA GETTY IMAGES

Negli anni ’90, l’esercito americano ha messo in campo il missile anticarro Javelin come arma anticarro a medio raggio di nuova generazione. Da allora, ha ampiamente esportato il javelin agli alleati della NATO e in Ucraina prima dell’invasione russa del 2022.

Javelin è composto da due parti: un’unità di lancio e contenitori di missili usa e getta sigillati in fabbrica. Il contenitore del missile è collegato all’unità di lancio del comando, che consente all’utente non solo di prendere di mira un carro armato nemico, ma anche di scegliere la modalità di attacco. Una volta lanciato il missile, l’operatore può smaltire il contenitore vuoto e caricarne uno nuovo.

Il Javelin può ingaggiare i carri armati frontalmente o dall’alto, sparando una carica sagomata dall’alto nella torretta. Secondo quanto riferito, il missile ha una portata di 2.500 metri e può penetrare fino a 800 millimetri di corazza dei carri armati. La testata di Javelin, sebbene non sia la più potente testata missilistica anticarro esistente, è più che adeguata per distruggere un carro armato in modalità attacco dall’alto.

Gli Stati Uniti continueranno probabilmente a inviare javelin in Ucraina. Il Regno Unito ha inviato principalmente NLAW all’Ucraina, ma è possibile che abbia anche inviato javelin tratti dalle scorte dell’esercito britannico.

Varie armi anticarro

GreciaItalia

la Germania spedirà armi nel nord dell'Iraq

Il sistema missilistico anticarro di Milano è una generazione indietro rispetto al Javelin americano, ma dovrebbe rimanere efficace contro i veicoli corazzati più leggeri.

CARSTEN KOALL GETTY IMAGES

Secondo quanto riferito, la Grecia sta inviando all’Ucraina “lanciarazzi portatili”, sebbene non ci siano dati su quale tipo esattamente. L’ Italia sta inviando armi anticarro che potrebbero includere Panzerfaust 3 o più vecchi missili anticarro Milano a medio raggio obsoleti. Milano è un missile anticarro dell’era della Guerra Fredda con una portata di 2.000 metri. Può essere dotato del mirino notturno per imaging termico MIRA.

Sistema di difesa aerea portatile FIM-92 Stinger Man (MANPADS)

Danimarca (300), Estonia (?), Germania (500), Italia (?), Lettonia (?), Lituania (?), Paesi Bassi (200)

missile stinger
I marines statunitensi sparano con un FIM-92 Stinger durante un’esercitazione, Fort Greely, Alaska, marzo 2020. – FOTO DEL CORPO DEI MARINES DEGLI STATI UNITI DI LANCE CPL. ELIAS E. PIMENTEL III

Il missile Stinger è un sistema di difesa aerea a spalla. Come un missile Javelin, Stinger è costituito da un’unità di lancio di comando e missili individuali sigillati in fabbrica. Stinger può agganciare velivoli ad ala fissa, elicotteri e droni tramite le loro firme a infrarossi o ultravioletti e ingaggiare bersagli a distanze fino a 4,5 km.

I sostenitori occidentali dell’Ucraina stanno inviando più di 1.000 Stinger. Finora i missili non sono stati utilizzati molto, poiché l’aeronautica russa sta effettuando meno missioni ad altitudini più elevate di quanto originariamente previsto. Gli analisti ritengono, tuttavia, che quando la Russia esaurirà il suo inventario di armi a guida di precisione, sarà costretta a sganciare bombe non guidate da quote più basse, portandole all’interno della zona di ingaggio degli Stinger.

Gli Stati baltici di Lettonia, Estonia e Lituania hanno tutti inviato un numero imprecisato di missili Stinger prima della guerra.

Artiglieria da campo

Italia (?), Estonia (6)

la brigata d'assalto aerea russa tiene l'esercizio in primorye
Un obice D-30 in servizio russo, marzo 2021. Il D-30 è stato originariamente sviluppato dall’Unione Sovietica; le armi che l’Estonia vuole trasferire in Ucraina erano originariamente gestite dalla Germania dell’Est. – YURI SMITYUK GETTY IMAGES

La NATO e le nazioni dell’Unione Europea stanno contribuendo con relativamente pochi pezzi di artiglieria, concentrandosi con un focus simile a un laser sulla fornitura di armi anticarro e antiaeree per smussare i principali punti di forza della Russia. Questo anche perché l’artiglieria è più pesante e può essere rapidamente neutralizzata se non si sposta regolarmente.

L’Italia sta inviando un numero imprecisato di mortai, probabilmente mortai medi e pesanti da 81 o 120 millimetri. L’Estonia trasferirà in Ucraina sei obici trainati D-30 da 122 millimetri. Il trasferimento è stato inizialmente sospeso dalla Germania, che aveva donato gli obici all’Estonia e aveva autorità di veto sul trasferimento.

2