12 C
Rome
sabato, Dicembre 3, 2022
HomeEsplorazione SpazialeBlue Origin sconfitta sul contratto per il lander lunare

Blue Origin sconfitta sul contratto per il lander lunare

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

SpaceX era in competizione con Blue Origin e Dynetics per quelli che avrebbero dovuto essere due contratti, prima che la NASA assegnasse un solo contratto a causa di un’allocazione di budget inferiore al previsto da parte del Congresso.

Blue Origin ha protestato contro la decisione con l’Ufficio per la responsabilità del governo degli Stati Uniti, ma il GAO alla fine di luglio ha negato l’appello della compagnia, portando la compagnia spaziale di Bezos a intensificare la sua azione legale.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il lavoro della NASA con SpaceX sul contratto HLS è stato interrotto durante la causa, ma dovrebbe riprendere lunedì.

Giovedi 4 novembre 2021, Blue Origin di Jeff Bezos ha perso la causa per il contratto di atterraggio lunare da 2,9 miliardi dollari, la Corte dei reclami federali degli Stati Uniti si è pronunciata a favore della NASA e l’appalto resta a SpaceX.

Space X
Space X

Il giudice federale Richard Hertling si è schierato con la difesa nella sua sentenza, completando una battaglia durata mesi.

Ad aprile la NASA ha assegnato a SpaceX un contratto in esclusiva per il programma Human Landing System. Il contratto di SpaceX permette alla società di utilizzare la Starship per trasportare gli astronauti sulla superficie lunare per le prossime missioni Artemis della NASA.

Secondo un portavoce di Blue Origin, la causa “ha evidenziato gli importanti problemi di sicurezza con il processo di approvvigionamento del sistema di atterraggio umano che devono ancora essere affrontati”.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Musk, in un tweet in risposta al rapporto della CNBC sulla sentenza, ha pubblicato una foto del film del 2012 “Dredd”.

Blue Origin ha fatto causa alla NASA ad agosto

La NASA ha ha fatto sapere che il lavoro con SpaceX riprenderà il prima possibile ora che la sentenza è stata emessa.

Ci saranno imminenti opportunità per le aziende di collaborare con la NASA per stabilire una presenza umana a lungo termine sulla Luna nell’ambito del programma Artemis dell’agenzia”, ​​ha aggiunto l’agenzia.

Correlato: Artemis, NASA: posizionato Orion su Artemis 1

“Restituire gli astronauti in sicurezza sulla Luna attraverso il modello di partnership pubblico-privato della NASA richiede un processo di approvvigionamento senza pregiudizi insieme a una solida politica che incorpori sistemi ridondanti e promuova la concorrenza. Blue Origin rimane profondamente impegnata per il successo del programma Artemis”, ha affermato la società.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Bezos ha aggiunto personalmente in un tweet che la sentenza “non era la decisione che volevamo”, ma ha osservato che “rispettiamo il giudizio del tribunale” – il che implica che la sua azienda non farà appello ulteriormente alla decisione.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

SpaceX non ha risposto a una richiesta di commento sulla sentenza. Musk, in un tweet in risposta al rapporto della CNBC sulla sentenza, ha pubblicato una foto del film del 2012 “Dredd”.

Bezos ha intensificato notevolmente il suo impegno in Blue Origin dopo essersi dimesso da CEO di Amazon.

Nel contempo la compagnia ha effettuato con successo due voli con equipaggio del suo razzo suborbitale New Shepard fino ad oggi, Blue Origin ha sofferto dell’impennata del turnover dei dipendenti e delle accuse di problemi di sicurezza, nonché di una cultura del lavoro “tossica” da parte di ex lavoratori.

Blue Origin
Blue Origin

Tuttavia Blue Origin ha continuato a lavorare impegnandosi nel raggiungere la visione di Bezos per l’azienda, che è rivolta “milioni di persone che vivono e lavorano nello spazio a beneficio della Terra”, in particolare spostando “i settori che stressano la Terra nello spazio”.

Il mese scorso Blue Origin ha annunciato una stazione spaziale privata chiamata Orbital Reef in collaborazione con un consorzio di compagnie spaziali, con l’obiettivo di dispiegarla in orbita entro la fine di questo decennio.

Articoli più letti