2.3 C
Rome
venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeZoologiaCome addestrare il tuo cane alla convivenza tra cani

Come addestrare il tuo cane alla convivenza tra cani

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

In quanto esseri umani, incontriamo spesso persone che non ci piacciono o che ci approcciano nel modo sbagliato. Parte dell’essere in grado di integrarsi nella società, andare a lavorare, essere socievole, è imparare ad andare d’accordo con le altre persone. Lo stesso si può dire quando si tratta di addestrare il tuo cane ad andare d’accordo con altri cani.

Anche come unico cane in una famiglia, Fido dovrà spesso interagire con altri cani quando lo portiamo dal veterinario, fa una passeggiata o se nei parchi per cani o altri eventi sociali e divertenti incentrati sugli animali domestici. L’apprendimento delle buone abilità sociali del cane, quindi, è una parte fondamentale dell’addestramento di base del tuo cane.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

La misura in cui il tuo cane dovrà essere addestrato alla convivenza tra cani dipenderà dalla sua personalità individuale e dal livello di interazione che prevedi. Se porterai un cane in più in casa, gli animali dovranno imparare a condividere lo spazio, giocattoli, il tempo e le risorse tra loro.

Da unico animale domestico, il tuo cane dovrà ignorare gli altri cani mentre è fuori in pubblico o salutarli educatamente quando si incrociano. Ognuna di queste abilità comporterà l’introduzione graduale del tuo cane ad altri cani e la costruzione di associazioni positive con l’esperienza dello stare insieme.

Abituare Fido alla convivenza tra cani

Per ottenere dei risultati migliori, dovresti iniziare ad educare il tuo cane alla convivenza tra cani il prima possibile ma stando attendo a non togliergli il grado di gerarchia a cui fino a quel momento apparteneva, questo porterà incomprensioni e gelosie da parte del tuo cane, inoltre, porterà al nuovo arrivato una sorta di superbia smisurata.

Inizia su una panchina o stai seduto lontano da un sentiero dove i cani camminano spesso. Ogni volta che compare un cane, tratta e loda immediatamente il tuo cane. Avvicinarsi Dopo diverse sessioni, diminuisci lentamente la distanza tra il tuo cane e il percorso. Alla fine dovresti essere a diversi metri di distanza dagli altri cani, ma non abbastanza vicino perché i cani possano toccarli o interagire. Ricorda di trattare e lodare ogni volta che vede un cane e di reagire con calma.

Camminata parallela. Dopo diverse sessioni, cammina parallelamente al sentiero, ben lontano dagli altri cani. Cerca di mantenere l’attenzione del tuo cane lodarlo per il buon comportamento e la calma camminata.

Non sgridarlo se abbaia o sembra voler mordere il nuovo arrivato, lodalo, lo sta educando! In natura gli animali non si aggrediscono, si educano tra loro con metodi che potrebbero risultare incomprensibili a chi non conosce bene i comportamenti dei cani. Sgridarlo lo porterà a sentirsi emarginato, scartato. Tenderà ad assumere il comportamento del nuovo cane arrivato per farvi riavvicinare a lui.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Se il nuovo arrivato è un cane non proprio addomesticato, non solo il vecchio cane acquisirà gli stessi comportamenti, compresi quelli negativi, diventerà anche più geloso ed aggressivo, e questo varrà anche per il nuovo cane, che avendo un falso modello comportamentale, crederà di essere il padrone anche del padrone umano.

Concentrati sul nuovo arrivato, non su quello che già vive con te e dai fiducia al tuo cane. Il nuovo arrivato deve adeguarsi alle regole del branco, e meglio del tuo cane non può insegnargli di certo un essere umano! I cani con molta energia saranno inclini alla frustrazione (che porta a zuffe). Assicurati che i tuoi cani facciano un esercizio adeguato sotto forma di passeggiate al guinzaglio con te.

Troppo spesso si presume che avere uno o più cani significhi che i cani si intratterranno l’un l’altro giocando nel cortile sul retro. Anche se questo può essere vero, non sostituisce la responsabilità e il valore di portare a spasso il cane. Ripeti con più cani Ripeti le presentazioni positive con più cani di varie dimensioni e livelli di energia.

Insegnare ai bambini come interagire con i cani è una lezione di vita indispensabile

MOLTO importante insegnare ai tuoi figli come interagire con i cani. Non c’è modo di prevedere a che punto tuo figlio incontrerà un cane e potresti non essere in giro per supervisionare, quindi devi insegnargli le giuste interazioni sin dalla tenera età! I bambini dovrebbero imparare a trattare tutti i cani con rispetto, anche se conoscono il cane e sono a loro agio con lui.

Quando trascorri del tempo con un cane, assicurati che tuo figlio abbia interazioni calme, gentili e silenziose invece di urlare e giocare freneticamente. Se un cane amichevole salta addosso a tuo figlio scherzosamente, non dovrebbe urlare, correre, ma invece ignorarlo e voltargli spalle al cane, facendolo cadere a terra altrimenti il cane penserà che gridare, piangere o correre significhi che il bambino vuole continuare a giocare con loro!

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Insegna a tuo figlio a partecipare alla sua cura e alla sua routine sin dalla giovane età.

E se mio figlio non segue le regole?

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Se tuo figlio non segue le regole che hai stabilito, separalo immediatamente dal cane con calma. Lodalo invece quando segue le regole! Ai bambini (e agli adulti) deve essere insegnato che i cani sono creature viventi e respiranti che possono provare dolore e possono arrabbiarsi o diventare tristi. Insegna loro ad essere empatici nei confronti del bisogno di un cane di una pausa o di un pisolino e insegnagli a lasciare i cani da soli durante questi periodi.

Insegna ai tuoi figli ad osservare costantemente il linguaggio del corpo dei cani che li circondano e parla loro di cosa significano regolarmente certe posture e comportamenti. In questo modo possono iniziare a diventare esperti nella lettura del linguaggio del corpo dei cani stessi e la loro conoscenza può crescere nel tempo.

I miei cani convivono da tempo e ora stanno litigando. Perché?

Combattere tra cani all’interno di una famiglia può avere diverse motivazioni di fondo:

  1. Possono verificarsi scontri quando un cane più giovane sfida un cane più anziano e sicuro di sé nel tentativo di alterare il modello esistente di divisione delle risorse. Se il cane più anziano acconsente, le cose andranno bene; tuttavia, se il cane più anziano non rinuncia alle risorse, il combattimento può persistere. Inoltre, i proprietari potrebbero non volere il cambiamento e interverranno, il che crea ansia, può esacerbare i combattimenti e può inavvertitamente sostenere e incoraggiare il cane che è più adatto a una relazione deferente.
  2. Un cambiamento nella famiglia, nella routine o nella famiglia può portare a reazioni alterate tra gli animali domestici. Ciò può derivare dall’ansia sottostante in uno o entrambi gli animali domestici o dall’incapacità di adattare il cambiamento. Inoltre, una volta che si verifica l’aggressività tra i cani, indipendentemente dalla causa, l’apprendimento che si è verificato può quindi influenzare ulteriori interazioni tra i cani.
  3. Quando il gruppo sociale cambia come il cane fiducioso e assertivo se ne va o un nuovo cane entra in casa, i cani esistenti cercano di ristrutturare e prevedere le loro nuove relazioni sociali. Questo può accadere anche tra cani cresciuti insieme quando raggiungono la maturità sociale e tentano di ristrutturare la loro relazione.
  4. In alcuni casi, l’aggressività tra i cani può essere reindirizzata (cioè, quando uno o entrambi i cani sono fortemente eccitati da un evento o da uno stimolo non correlato all’altro cane, ad esempio, l’arrivo del corriere, la partenza del proprietario, il ritorno a casa del proprietario), può dirigere la sua aggressività verso l’altro cane perché è vicino o accessibile.
  5. I litigi possono anche verificarsi a causa di ansia sottostante come ansia da separazione o sensibilità al rumore. Se questo è il caso, a meno che il disturbo sottostante non venga identificato e trattato, il combattimento potrebbe non risolversi.
  6. È più probabile che si verifichino litigi per l’accesso a risorse considerate importanti per un cane più dell’altro (potenziale di detenzione delle risorse) (vedere Aggressione – Possessivo – Oggetti e giocattoli e Aggressione – Possessivo – Ciotola del cibo). Questi potrebbero includere cibo, luoghi di riposo, territorio, beni privilegiati o interazioni sociali con i proprietari o un altro cane in casa. Questi combattimenti si verificano più spesso tra cani di quasi pari capacità e motivazione e spesso, ma non sempre, cani dello stesso sesso e sembrano essere più gravi tra cani di sesso femminile. Alti stati di eccitazione e risorse particolarmente allettanti o nuove possono aumentare le possibilità di aggressività. Molto probabilmente sorgerebbero combattimenti se entrambi i cani avessero un forte desiderio per la stessa risorsa.

Articoli più letti