29 Agosto – 11 ottobre 2020 – XTREME: la vita in ambienti estremi

Cosa hanno in comune le grotte, l’Antartide e i pianeti potenzialmente abitabili? Molto di più di quanto si pensi: difficoltà, soluzioni tecnologiche e una ricerca scientifica fondamentale per affrontare il futuro del nostro pianeta. La mostra “Xtreme. Vivere negli ambienti estremi” presenta questi intrecci attraverso materiale fotografico, video e oggetti.

0
782
Indice
Speleologia, Astrobiologia, Antartide : tre mondi apparentemente lontani collegati dalla straordinaria resilienza della vita in condizioni estreme. Una mostra speciale sulle caratteristiche di questi ambienti, su come la nostra specie può adattarli ed esplorarli e su come la vita possa prosperare anche in questi habitat ostili.
Iceberg
La ricerca di forme di vita in grado di sopravvivere in condizioni estreme è uno degli aspetti chiave della ricerca in biologia, astrobiologia ed esplorazione spaziale.
Dall’addestramento degli astronauti nelle grotte di Sardegna e Slovenia, alle tecnologie di sopravvivenza che vanno dalla ricerca antartica all’esplorazione spaziale. E poi i piani per colonie spaziali sotterranee su Marte o sulla Luna , la ricerca di organismi che vivono in ambienti estremi sulla Terra e la scoperta di tutta la biomassa che vive nel sottosuolo. Questi sono alcuni dei temi principali della mostra, che approfondiranno le sorprendenti connessioni tra questi tre mondi e le loro implicazioni pratiche e teoriche.
Questa mostra è organizzata dalla Federazione Speleologica Regionale del Friuli Venezia Giulia , Museo Nazionale dell’Antartide Felice Ippolito e INAF – Osservatorio Astronomico di Trieste .
Per ulteriori informazioni  clicca qui
Foto per gentile concessione di Ivan Kletecka, Furio Finocchiaro
2