Tempeste solari: ecco come si formano

Una sonda solare della NASA ha attraversato una potente eruzione solare e, così facendo, ha trovato un indizio chiave su come si formano le tempeste solari

0
227
Brillamento solare, siamo preparati ad affrontare un evento a livello Carrington? Tempesta solare
Nonostante un brillamento solare X1.1 sia potente, ci sono brillamenti più di 10 volte la potenza di un X1, quindi i brillamenti di classe X possono superare i 9. Il brillamento più potente mai registrato è stato nel 2003, durante l'ultimo massimo solare

Una sonda solare della NASA ha attraversato una potente eruzione solare e, così facendo, ha trovato un indizio chiave su come si formano le tempeste solari.

Durante il fenomeno, la sonda solare Parker è riuscita a catturare filmati di “una delle più potenti espulsioni di massa coronale (CME) mai registrate“, ha affermato l’agenzia spaziale statunitense.

Brillamenti solari, tempesta solare, Carrington, tempeste solari

Trovati un indizio chiave su come si formano le tempeste solari

I risultati dello studio ottenuti dalla NASA potrebbero aiutarci a comprendere meglio queste importanti tempeste solari, che possono portare bellissime aurore sul nostro pianeta, ma anche devastare i satelliti e le comunicazioni della Terra.

Secondo il Professor Peter Becker della George Mason University, il costo di una grave tempesta solare per l’economia statunitense potrebbe raggiungere i 10 miliardi di dollari al giorno.



Comprendere la turbolenza è fondamentale per raggiungere una comprensione più profonda dell’evoluzione e della cinematica del CME“, ha affermato Evangelos Paouris, fisico solare presso la George Mason University.

L’analisi ha esaminato le informazioni catturate dalla sonda Parker Solar della NASA quando si è introdotta all’interno di un’espulsione di massa coronale nel 2021. Studiando questi dati, gli scienziati hanno individuato strutture caratteristiche chiamate instabilità di Kelvin-Helmholtz (KHI) all’interno della CME.

Brillamento solare, siamo preparati ad affrontare un evento a livello Carrington? Tempesta solare

I KHI sono strutture che appaiono quando due fluidi in rapido movimento interagiscono tra loro. Questo crea uno schema ripetuto di turbinii, che appare quasi come un disegno a mano delle onde sull’oceano. Sulla Terra, possono essere avvistati occasionalmente in rare nuvole fluttuanti nel cielo.

All’interno dei CME, sono leggermente più difficili da notare. Questo è in parte il motivo per cui gli scienziati hanno a lungo ipotizzato che esistessero all’interno delle esplosioni solari, ma non sono mai stati in grado di vederle.

Anche se i KHI potrebbero non apparire a molti di noi, gli scienziati li vedono chiaramente nel filmato del 2021 della Parker Solar Probe: “Non avremmo mai previsto che le strutture KHI potessero svilupparsi su scale abbastanza grandi da poter essere riprese in luce visibile“, ha detto Angelos Vourlidas, astrofisico della Johns Hopkins University.

La funzione di un’espulsione di massa coronale (CME)

Queste informazioni possono aiutare gli scienziati a comprendere meglio come le CME si propagano e interagiscono con i venti solari, ha affermato Paouris. E questo è importante. Le CME non rimangono confinate al sole. Quando esplodono, rilasciano un’esplosione di particelle cariche che possono sfrecciare attraverso lo spazio per colpire la Terra.

Il problema è che queste particelle cariche possono interferire con i satelliti e interrompere le comunicazioni radio.

In combinazione con altri eventi solari, le CME potrebbero anche contribuire a creare tempeste solari molto potenti, ma anche molto rare, come non se ne vedono da decenni. Con la dipendenza del mondo dall’elettronica oggi, non è ancora chiaro come questo tipo di tempeste solari potrebbero influenzare la nostra infrastruttura.

Gli effetti negativi dei brillamenti solari sulla tecnologia terrestre. Tempesta solare

Il problema è che le CME sono altamente imprevedibili e possono impiegare anche solo poche ore per raggiungere la Terra. Quindi sapere come prevederli e anticiparli al meglio è fondamentale.

Gli scienziati si aspettano di saperne di più sul sole man mano che la Parker Solar Probe continua le sue indagini. La navicella spaziale è diventata il primo oggetto creato dall’uomo a volare attraverso la corona solare nel 2021 e sta girando attorno al sole più vicino in ogni orbita.

Utilizza uno scudo termico composito in carbonio spesso 4,5 pollici per proteggerlo dal calore intenso del sole, resistendo a temperature fino a quasi 2.500 gradi Fahrenheit. Entro la fine del 2024, si prevede che raggiungerà il suo massimo avvicinamento al Sole, allontanandosi di circa 3,8 milioni di miglia dalla sua superficie.

Cosa sono le tempeste solari?

Le tempeste solari si verificano quando il Sole emette enormi esplosioni di energia sotto forma di eruzioni solari ed espulsioni di massa coronale. Questi fenomeni inviano un flusso di cariche elettriche e campi magnetici verso la Terra ad una velocità di circa tre milioni di miglia all’ora.

Il Sole ha emesso un brillamento di classe X1.9, tempesta solare

Quando le tempeste solari colpiscono la Terra, spesso producono un’abbagliante “ aurora boreale ” in parti dell’atmosfera che può essere vista in aree vicine al circolo polare artico. Le tempeste solari possono anche disturbare i satelliti e varie forme di comunicazione elettronica.

Qual è il pericolo di una tempesta solare nello spazio? Le particelle ad altissima energia, come quelle trasportate dalle CME, possono causare avvelenamento da radiazioni per gli esseri umani e altri mammiferi. Sarebbero pericolosi per gli astronauti senza protezione, come quelli che viaggiano sulla Luna o su Marte. Grandi dosi potrebbero essere fatali.

Le tempeste solari e i loro effetti non rappresentano un problema per noi sulla superficie terrestre. L’atmosfera terrestre e la magnetosfera proteggono i nostri corpi umani dagli effetti delle eruzioni solari.

2