Superato anche il secondo lancio per Starship SN6 di SpaceX 

Il prototipo Starship SN6 di SpaceX ha superato anche il secondo test di lancio volando per 150 metri di altitudine a Boca Chica, in Texas

0
960
Indice

Sembra che le cose inizino ad andare per il verso giusto per Elon Musk e il suo SpaceX: Starship SN6 infatti, ha superato con successo anche il secondo test di volo.

Il veicolo spaziale è stato lanciato a 150 metri di altitudine a Boca Chica, in Texas, così come il primo hop test e il breve volo condotto dall’SN5 ad agosto, dove l’obiettivo era migliorare sia la capacità di lancio che quella di atterraggio.

Il prototipo del razzo è stato riempito con ossigeno liquido e metano prima di essere lanciato grazie alla potenza del motore Raptor di SpaceX. Elon Musk, in un tweet, si è dimostrato particolarmente entusiasta: “Si scopre che puoi far volare qualsiasi cosa ahah”. Musk ha dichiarato che che i futuri voli di prova dei prototipi avranno obiettivi più ambiziosi dei 150 metri di volo e che probabilmente la nuova sperimentazione inizierà nel 2021.

Musk ha anche aggiunto che lo step successivo sarà quello di  applicare i lembi mancanti e tentare test più intensivi ad alta quota.

Starship SN6 è stata progettata come una nave da carico di lunga durata e nei progetti futuri c’è l’intenzione di equipaggiarla per trasportare i passeggeri da e verso Marte, essendo in grado di effettuare più voli in un giorno. Si tratta di un proposito che potrà avverarsi in un futuro molto lontano, ma lo scopo di questi test è proprio quello di porre solide basi per il raggiungimento di uno scopo così ardito.



SpaceX ha lanciato per la prima volta il suo prototipo più piccolo, Starhopper, nel luglio 2019, a circa 20 metri. Questa è stata la prima volta che il motore Raptor ha effettuato un volo libero. Poi, nell’agosto dello scorso anno, il prototipo è volato ad un’altitudine di circa 150 metri, effettuando l’atterraggio con successo.

A quel tempo, l’aspettativa era che SpaceX sarebbe progredito rapidamente nella costruzione e nel volo di prototipi di astronavi su larga scala. Ma dopo essersi affrettato a costruire il primo prototipo di questo tipo nel settembre 2019,  Musk ha deciso di dover prima ottimizzare la produzione dei veicoli. A febbraio, ha detto ad Ars che voleva costruire una linea di produzione per le navi stellari perché voleva costruirne molte per colonizzare Marte. Quindi si è concentrato sulla costruzione di una fabbrica sotto le tende nel sud del Texas: “La produzione è almeno del 1000% più difficile che realizzarne uno. Almeno il 1.000 percento più difficile”, ha dichiarato.

2