Gli Stati Uniti sono a corto di questi 3 metalli critici

Tre dei metalli più preziosi al mondo sono così rari che potrebbero diventare un fattore critico per il dominio tecnologico globale e la superiorità militare da un lato, e la perdita dello status di superpotenza dall'altro

0
1646

Tre dei metalli più preziosi al mondo sono così rari che potrebbero diventare un fattore critico per il dominio tecnologico globale e la superiorità militare da un lato, e la perdita dello status di superpotenza dall’altro

Eppure, nonostante tutta la loro importanza critica, anche le nazioni più potenti stanno lottando per assicurarsi un approvvigionamento stabile.

Platino (Pt)

Questo metallo è scarso come l’oro e rappresenta 0,005 ppm (parti per milione) della crosta terrestre. Ma non viene sfruttato nemmeno vicino al volume dell’oro. Nel 2018, il mondo ha prodotto 860 milioni di once d’argento, 109 milioni di once d’oro e solo 6 milioni di once di platino. Questo perché è difficile da raggiungere. Non c’è estrazione superficiale di platino, anche se il Sud Africa ha una miniera a cielo aperto molto piccola che fornisce circa l’8% della produzione mondiale di platino.

Platino

Tutto l’oro mai prodotto al mondo riempirebbe tre piscine olimpioniche, mentre il platino coprirebbe a malapena la base di una sola. Ma mentre l’oro ha usi limitati in tecnologia, oltre ai gioielli e un rifugio sicuro per i trader, il platino è fondamentale. Il platino è così raro e prezioso che durante la seconda guerra mondiale fu dichiarato metallo strategico e il governo degli Stati Uniti ne vietò l’uso in gioielleria.

Oggi è ancora più strategico di quanto non fosse durante la seconda guerra mondiale, e non solo per applicazioni militari. Il platino è fondamentale per tutto, dai computer alle fibre ottiche e, soprattutto, viene utilizzato dalle case automobilistiche per ridurre le emissioni nocive dei veicoli.



Il suo metallo gemello, il palladio, è in piena corsa al rialzo in questo momento. I prezzi del palladio sono aumentati di un incredibile 400 percento dall’inizio del 2016 a causa della cronica carenza di offerta e della domanda industriale “implacabile”. Ciò ha portato a un ampio divario tra i prezzi dei metalli fratelli, con il platino in eccesso che lotta ma ora è pronto a guadagnare terreno.

In tutto il mondo, si stima che disponiamo di 69.000 tonnellate di riserve di platino, di cui il 95% si trova nelle profondità della crosta terrestre in Sud Africa. Piccole quantità si trovano in Russia e Nord America, dove viene estratto rispettivamente come sottoprodotto di nichel e palladio. Il montepremi del platino è Merensky Reef del Sud Africa e il più grande produttore è Anglo Platinum, che ha rappresentato circa il 40% di tutto il platino raffinato primario e il 30% della produzione globale totale nel 2017.

Rodio (Rh)

Il rodio è ancora più raro e costoso del palladio e vale cinque volte il prezzo dell’oro. Il rodio ha un alto punto di fusione ed è praticamente immune alla corrosione. Ciò lo rende un elemento chiave da utilizzare in tutto ciò che necessita di proprietà riflettenti, nonché nei convertitori catalitici. I prezzi del rodio sono aumentati di oltre il 60 percento e uno dei suoi fattori chiave è la sua applicazione nelle norme sulle emissioni, che ora sono più severe e spingono una domanda molto maggiore per questo prezioso elemento delle terre rare. Sia i motori diesel che quelli a gas hanno bisogno del rodio, e ora più che mai.

Rodio (Rh)
Rodio (Rh)

I dati di S&P Global Platts suggeriscono che oltre l’80% della domanda di rodio e palladio proviene dall’industria automobilistica. Anche in questo caso, il maggior produttore è il Sud Africa, seguito da Russia e Canada. Questo perché è prodotto in gran parte come sottoprodotto di platino e palladio.

Cesio (C)

Il cesio è stato aggiunto all’elenco delle materie prime critiche dall’USGS nel 2018 e ha diversi usi importanti nell’industria moderna: è sempre più vitale per l’industria petrolifera e del gas perché è utilizzato nelle salamoie di formiato di cesio, che fungono da fango pesante per alta pressione, perforazione petrolifera offshore a temperatura. In altre parole, lubrifica le punte e previene gli scoppi. Gli isotopi del cesio sono anche responsabili dello standard temporale mondiale.

Ecco perché vengono utilizzati negli orologi atomici per le reti di telefoni cellulari, Internet, i sistemi di posizionamento globale (GPS) e i sistemi di guida degli aerei. Gli orologi al cesio sono i più accurati conosciuti dall’uomo, con una precisione di circa 1 secondo in 300 milioni di anni.

Cesio (C)
Cesio (C)

Il bromuro di cesio viene utilizzato nei rivelatori a infrarossi, nell’ottica, nelle cellule fotoelettriche, nei contatori a scintillazione e negli spettrofotometri, e il metallo viene utilizzato anche nel vetro per gli occhiali per la visione notturna di livello militare. Secondo l’USGS, gli Stati Uniti hanno fatto affidamento al 100% sulle importazioni di cesio nel 2019.

Per quanto strategica sia, tuttavia, ci sono solo tre miniere di pegmatite al mondo che la producono commercialmente: Tanco in Manitoba, Bitika nello Zimbabwe e Sinclair in Australia. Di questi, Tanco e Bitika non producono più e le scorte di Tanco e Sinclair sono in gran parte controllate dalla Cina. Quindi, non solo c’è una produzione limitata, ma c’è un numero molto limitato di aziende nella catena di approvvigionamento del cesio.

Gli Stati Uniti fanno affidamento sulle importazioni estere per il 70% dei loro metalli strategici, come indicato da un rapporto USGS del 2017. Non c’è modo di conquistare il dominio mondiale in un’era di tecnologia avanzata che sarebbe paralizzata senza questi super metalli. Mentre il mondo continua ad evolversi, alcune aziende stanno cercando di cavalcare l’onda della crescente domanda di risorse.

Potrebbe interessarti:

I metalli più rari del mondo

Arriva un asteroide che contiene più di $ 11 trilioni di metalli preziosi

2