Scoperto in Cina un antico scorpione delle dimensioni di un cane

Circa 435 milioni di anni fa uno scorpione di mare lungo 1 metro si aggirava per i mari di quella che è oggi la Cina, usando le sue braccia giganti e spinose per intrappolare la preda

0
1029

Circa 435 milioni di anni fa uno scorpione di mare lungo 1 metro si aggirava per i mari di quella che è oggi la Cina, usando le sue braccia giganti e spinose per intrappolare la preda.

Terropterus xiushanensis lo scorpione marino

I paleontologi hanno recentemente scoperto i resti di questo scorpione (Terropterus xiushanensis), che era un euripteride – un antico artropode strettamente imparentato con i moderni aracnidi e granchi a ferro di cavallo, hanno scritto i ricercatori nella rivista Science Bulletin.

I suoi arti uncinati “erano presumibilmente usati per catturare le prede, e si possono tracciare analogie con il ‘cesto da cattura’ formato dai pedipalpi spinosi dei ragni frusta tra gli aracnidi”, hanno scritto nel nuovo studio il coautore Bo Wang dell’Istituto di geologia di Nanchino e Paleontologia e Centro per l’eccellenza nella vita e nel paleoambiente presso l’Accademia cinese delle scienze, e colleghi. I pedipalpi sono le appendici più anteriori degli aracnidi. Di solito dedicato al trasferimento dello sperma dai ragni maschi alle compagne, in alcuni aracnidi, come i ragni frusta, i pedipalpi si sono adattati per catturare la preda.

Le appendici fossilizzate dello scorpione marino, accompagnate da una ricreazione d'artista.
Le appendici fossilizzate dello scorpione marino, accompagnate da una ricreazione d’artista.

La temibile bestia visse durante il periodo Siluriano, tra circa i 443,8 milioni e 419,2 milioni di anni fa. A quel tempo, gli scorpioni sarebbero stati i predatori apicali nei loro appostamenti subacquei, balzando su ignari pesci e molluschi; raccogliendoli nei loro pedipalpi; e mettendoli in bocca. 

Gli euripteridi erano disponibili in molte dimensioni, con il più piccolo delle dimensioni di una mano umana e il più grande grande quanto un essere umano adulto. La specie appena descritta, T. xiushanensis, è la prima scoperta appartenente alla famiglia Mixopteriade in 80 anni, dicono i ricercatori.



“La nostra conoscenza di questi bizzarri animali è limitata a sole quattro specie in due generi descritti 80 anni fa: Mixopterus kiaeri dalla Norvegia, Mixopterus multispinosus da New York, Mixopterus simonsoni dall’Estonia e Lanarkopterus dolichoschelus dalla Scozia”, ​​hanno scritto Wang e colleghi nello studio. 

T. xiushanensis è anche il primo mixtopterid scoperto in quello che sarebbe stato il supercontinente di Gondwana, formatosi dopo che il più grande supercontinente Pangea si spezzò in due.

“Il nostro primo mixopteride del Gondwan – insieme ad altri euripteridi dalla Cina e ad alcuni esemplari non descritti – suggerisce un pregiudizio di raccolta insufficiente in questo gruppo”, hanno scritto i ricercatori nel loro studio. “Il lavoro futuro, specialmente in Asia, potrebbe rivelare una distribuzione più cosmopolita di mixopteridi e forse altri gruppi di euripteridi”.

2