Orienspace: la startup cinese da 150 milioni di dollari

Come una giovane impresa ha sfidato i giganti del lancio spaziale con il suo razzo a propellente solido Gravity-1

0
179
Orienspace

Lo spazio è una sfida sempre più aperta e appassionante, dove si confrontano grandi potenze, aziende private e agenzie governative, in questo scenario, una startup cinese, Orienspace, si sta facendo notare con una proposta innovativa e coraggiosa: fornire servizi di lancio spaziale, utilizzando un razzo completamente a propellente solido, che ha battuto il record di capacità di carico utile per i razzi commerciali cinesi.

Orienspace

Orienspace è una società fondata nel 2020 da Yao Song, ed ha sede in una provincia costiera nel nord-est della Cina, ma ha anche uffici in altre città cinesi e all’estero, inoltre la società conta circa 300 dipendenti, tra cui ingegneri, scienziati, esperti di business e di comunicazione.

Orienspace ha annunciato l’11 gennaio il successo del suo primo lancio orbitale, che ha visto il suo razzo Gravity-1 decollare da una piattaforma marittima mobile nel Mar Giallo, con il razzo che ha trasportato tre satelliti, destinati a una costellazione per le previsioni meteorologiche globali. Il lancio è stato confermato dalla US Space Force, che ha tracciato i satelliti su orbite di circa 500 chilometri di altitudine.

Gravity-1: il razzo a solido più potente della Cina

Il razzo Gravity-1 è il prodotto principale di Orienspace, ed è il risultato di una sfida tecnologica e imprenditoriale, si tratta di un razzo a solido, ovvero un razzo che utilizza un propellente solido, che brucia in modo rapido e intenso, generando una grande spinta. I razzi a solido sono più semplici, più economici e più sicuri dei razzi a propellente liquido, ma hanno anche degli svantaggi, come una minore efficienza, una minore flessibilità e una maggiore produzione di detriti.



Gravity-1 è composto da tre fasi e quattro booster, tutti a solido, con il razzo che ha una lunghezza di 40 metri, un diametro di 3,35 metri e una massa al lancio di 200 tonnellate. Il razzo ha una capacità di carico utile di circa 6.500 chilogrammi in un’orbita terrestre bassa, o di 3.700 chilogrammi in un’orbita eliosincrona di 700 chilometri, quando si utilizza un terzo stadio di kerosene e ossigeno liquido, che aumenta la precisione e la manovrabilità.

Gravity-1 è il razzo a solido più potente della Cina, e uno dei più potenti al mondo. Il razzo è in grado di trasportare più del doppio di quello dei precedenti più grandi razzi a solido cinesi, il Kinetica-1 di CAS Space e il Jielong-3 di China Rocket, che hanno una capacità di carico utile di circa 1.500 chilogrammi in un’orbita eliosincrona di 500 chilometri.

Gravity-1 è anche più potente del Vega-C europeo, che ha una capacità di carico utile di circa 2.300 chilogrammi in un’orbita eliosincrona di 700 chilometri.

Orienspace

Gravity-1 è anche il primo razzo a solido a utilizzare i booster, che sono dei razzi ausiliari che si accendono insieme al primo stadio, per aumentare la spinta iniziale. I booster si separano dal razzo principale dopo aver esaurito il propellente, e cadono nell’oceano, e quelli di Gravity-1 hanno un diametro di 1,5 metri e una lunghezza di 12 metri, e contengono circa 20 tonnellate di propellente solido ciascuno.

Gravity-1 è anche il primo razzo a solido a raggiungere l’orbita al primo tentativo, e il primo ad avere un lancio di debutto dal mare. Il lancio dal mare offre alcuni vantaggi rispetto al lancio da terra, come una maggiore flessibilità, una minore interferenza atmosferica, una maggiore sicurezza e una minore produzione di inquinamento.

Nonostante ciò il lancio dal mare richiede però anche delle sfide, come una maggiore complessità, una maggiore esposizione alle condizioni meteorologiche, una maggiore necessità di coordinamento e una maggiore difficoltà di recupero.

Orienspace: la startup che sfida i giganti del lancio spaziale

Orienspace, come dicevamo, è una startup che si propone di sfidare i giganti del lancio spaziale, offrendo un servizio di lancio rapido, economico e affidabile, basato sul suo razzo a solido Gravity-1. La società mira a soddisfare la crescente domanda di lancio di piccoli e medi satelliti, che sono sempre più utilizzati per scopi commerciali, scientifici e militari.

Orienspace ha una storia di successi e di sfide, che riflettono le dinamiche del settore spaziale, in continua evoluzione e trasformazione. Yao Song –imprenditore con una lunga esperienza nel settore dei semiconduttori, che ha deciso di cambiare ambito e di dedicarsi allo spazio–, in un’intervista ha raccontato che la sua passione per lo spazio è nata da bambino, quando guardava i lanci dei razzi cinesi in televisione.

Orienspace

Orienspace ha sede nello Shandong, che ha una forte tradizione spaziale. qui si trovano infatti il Centro di lancio satellitare di Taiyuan, il Centro di controllo spaziale di Xi’an e il Centro di ricerca e sviluppo di propulsione solida di Yantai, ed Orienspace ha stretto delle collaborazioni con queste istituzioni, che le hanno fornito il supporto tecnico e il trasferimento di tecnologia necessari per sviluppare il suo razzo.

Orienspace ha anche un ufficio a Pechino, dove si trova la sede di ricerca e sviluppo, mentre all’estero, a Singapore, ha la sede marketing e servizi per clienti internazionali.

Il futuro di Gravity-1 e dei servizi di lancio spaziale

Gravity-1 è il primo razzo di Orienspace, ma non sarà l’ultimo. La società ha infatti in programma di sviluppare un razzo più grande e potente, chiamato Gravity-2, che sarà basato su un propellente liquido, che offre una maggiore efficienza, una maggiore flessibilità e una maggiore riutilizzabilità.

Gravity-2 avrà una capacità di carico utile di circa 15.000 chilogrammi in un’orbita terrestre bassa, o di 8.000 chilogrammi in un’orbita eliosincrona di 700 chilometri, e sarà in grado di lanciare sia satelliti che veicoli spaziali abitati.

Gravity-2 sarà anche il primo razzo cinese a essere completamente riutilizzabile, grazie a un sistema di atterraggio verticale, simile a quello dei razzi Falcon 9 e Starship di SpaceX. Il razzo sarà composto da due stadi, entrambi a propellente liquido, che si separeranno dopo il lancio e ritorneranno sulla terra o sul mare, dove saranno recuperati e riutilizzati per altri lanci, inoltre sarà anche dotato di un sistema di salvataggio, che permetterà al carico utile di separarsi dal razzo in caso di emergenza e di atterrare in sicurezza con dei paracadute.

Orienspace

Orienspace prevede di lanciare il primo prototipo di Gravity-2 entro il 2026, e di raggiungere la piena operatività entro il 2030. La società stima che Gravity-2 possa ridurre i costi di lancio di almeno il 50%, e di aumentare la frequenza e l’affidabilità dei lanci, tutto ciò in quanto la società mira a diventare uno dei principali fornitori di servizi di lancio spaziale, sia in Cina che nel mondo.

Orienspace ha una visione chiara e coraggiosa, che mira a offrire soluzioni complete e personalizzate per i clienti spaziali, è una società che guarda al futuro, con la passione e la determinazione di chi vuole rendere lo spazio accessibile e sicuro per tutti.

Se sei attratto dalla scienzadalla tecnologia, o vuoi essere aggiornato sulle ultime notiziecontinua a seguirci, così da non perderti le ultime novità e news da tutto il mondo!

2