Neuralink e le scimmie cablate

I ricercatori della Neuralink hanno inserito un chip nel cranio di una scimmia e hanno utilizzato “minuscoli fili” per collegarlo al suo cervello

0
1408

Il capo di Tesla Elon Musk ha annunciato che la sua società “Neuralink” ha cablato il cervello di una scimmia che ora è in grado di giocare ai videogiochi utilizzando esclusivamente la sua mente.

I ricercatori della Neuralink hanno inserito un chip all’interno del cranio di una scimmia e hanno utilizzato “minuscoli fili” per collegarlo al suo cervello, ha spiegato Elon Musk.

“Non è una scimmia infelice”, ha detto Musk durante un discorso su Clubhouse, una nuova app di social media che sta guadagnando popolarità che consente alle persone di avere chat vocali informali mentre gli altri ascoltano. “Non puoi nemmeno vedere dove è stato inserito l’impianto neurale , tranne per il fatto che ha un leggero mohawk scuro”.

Il miliardario, ha parlato anche di viaggi spaziali, colonie su Marte, criptovaluta, intelligenza artificiale e vaccini Covid-19, ha detto che Neuralink sta cercando di capire se può usare i suoi chip per convincere le scimmie a giocare a “Mind Pong” tra loro.

“Sarebbe piuttosto interessante”, ha detto Musk, che è CEO di Neuralink, SpaceX e Tesla.



Con sede a San Francisco, Il team di Neuralink e composto da un centinaio di persone impegnate a sviluppare un’interfaccia computer-cervello implementabile. Musk lo descrive come un Fitbit nel cranio con piccoli fili che entrano nel cervello.

Secondo Musk, lo scopo di Neuralink è aumentare la velocità con cui le informazioni possono fluire dal cervello umano a una macchina.

L’intelligenza artificiale diventerà più potente e la tecnologia di Neuralink potrebbe un giorno permettere agli esseri umani di “andare avanti per la propria strada”, osserva Musk.

L’uomo in futuro potrebbe trasformarsi in qualcosa di diverso, e l’evoluzione abbinata alle scoperte scientifiche sembrano aprire nuove e impensabili prospettive.

Per condividere il ritmo del progresso nell’IA, Musk, che crede che l’intelligenza artificiale supererà presto l’intelligenza umana, ha indicato scoperte fatte in laboratori di ricerca come OpenAI, che ha co-fondato, e DeepMind, un laboratorio di intelligenza artificiale di Londra che è stato acquisito da Google nel 2014.

DeepMind ha “praticamente esaurito i giochi in cui vincere”, ha raccontato Musk, che è stato uno dei primi investitori a credere nella società.

Gli esseri umani, secondo Musk, sono in effetti già dei “cyborg” perché hanno un “livello digitale” terziario grazie a telefoni, computer e applicazioni.

“Con un’interfaccia neurale diretta, possiamo migliorare la larghezza di banda tra la corteccia e il livello terziario digitale di molti ordini di grandezza”, ha aggiunto il miliardario. “Direi probabilmente almeno 1.000, o forse 10.000, o più.”

La corteccia è una parte del cervello che svolge un ruolo importante per quanto riguarda la memoria, nell’attenzione, nella consapevolezza percettiva, nel pensiero, nel linguaggio e nella coscienza. 

Il livello digitale a cui si riferisce potrebbe essere qualsiasi cosa, dall’iPhone al proprio account Twitter.

A lungo termine, Musk afferma che Neuralink potrebbe permettere agli esseri umani di scambiarsi concetti usando la telepatia ed esistere in uno “stato salvato” dopo la morte che potrebbe poi essere impiantato in un robot o in un altro essere umano. 

Ovviamente Musk ha chiarito che le affermazioni sono ancora fantascientifiche, ma il futuro potrebbe svelarci molto di più di quanto la fantasia sia in grado di fare..

L’idea di Musk è quella di impiantare chip Neuralink in tetraplegici con lesioni cerebrali o spinali in modo che possano “controllare il mouse di un computer, o il loro telefono, o qualsiasi dispositivo semplicemente pensando di farlo”.

Musk ha aggiunto che Neuralink “probabilmente” rilascerà alcuni video che mostrano i progressi dell’azienda nel prossimo mese.

Ad agosto, Neuralink ha condotto una dimostrazione dal vivo della sua tecnologia su tre maiali . Al pubblico sono stati mostrati segnali neurali emessi in tempo reale da uno dei maiali, che Musk ha chiamato Gertrude.

2