8.4 C
Rome
lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeFisica/Astronomia/astrofisicaL'asteroide 2004 UE passerà vicino alla Terra questa settimana: dovremmo preoccuparci?

L’asteroide 2004 UE passerà vicino alla Terra questa settimana: dovremmo preoccuparci?

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Le ultime settimane hanno visto una serie di asteroidi di dimensioni medio-grandi incrociarsi con l’orbita terrestre. Il più grande del branco, l’asteroide 2004 UE, è sulla buona strada per avvicinarsi il più possibile al pianeta il 13 novembre.

Il professore e presidente di astronomia dell’Università dell’Illinois Urbana-Champaign Leslie Looney ha parlato con l’editore di scienze fisiche del News Bureau Lois Yoksoulian su ciò che i ricercatori riferiscono quanto più vicini agli oggetti della Terra e quanto rappresentano una minaccia per il pianeta.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Qui di seguito riportiamo la conversazione avvenuta tra Leslie Looney e Lois Yoksoulian resa pubblica dall’Università dell’Illinois Urbana-Champaign.

Cosa sono gli oggetti vicini alla Terra, di cosa sono composti e come lo sappiamo?

Gli oggetti vicini alla Terra sono meteoroidi, asteroidi o comete con orbite che li avvicina all’orbita terrestre. Sono gli avanzi del nostro processo di formazione del sistema solare, il che significa che sono i pezzi quasi incontaminati di ghiaccio e rocce da cui si sono formati i pianeti. Conosciamo le loro orbite seguendoli, e conosciamo la loro composizione esaminando la loro luce riflessa e infrarossa e confrontandoli con oggetti che abbiamo visitato con missioni spaziali.

Sembra che ci siano molti grandi NEO nelle vicinanze della Terra nelle ultime settimane. È insolito?

Negli ultimi 20 anni, la NASA ha notevolmente aumentato il numero di NEO conosciuti, da meno di mille a quasi 28.000. Le dimensioni precise dei NEO possono essere difficili da risolvere a causa delle loro piccole dimensioni e delle grandi distanze. Tuttavia, quelli stimati dalla NASA a 140 metri o più, lungo il loro asse più lungo.

La maggior parte degli asteroidi sono a forma di patata, quindi le loro dimensioni possono essere descritte come approssimativamente sferiche, sono stati ordinati dal Congresso per essere classificati come NEO. L’aumento del numero di oggetti classificati come NEO è stato in parte dovuto a questo mandato. Qualsiasi cosa di queste dimensioni potrebbe avere un impatto catastrofico sulla Terra, distruggendo città con grandi perdite di vite. Questa consapevolezza porta a più segnalazioni di oggetti.

In che modo gli scienziati individuano e tracciano i NEO?

Scopriamo i NEO fotografando il cielo notturno per una notte o per più notti, cercando qualcosa che si muova rispetto alle stelle o alle galassie. Più il NEO è vicino alla Terra, più velocemente si muoverà. Con abbastanza tempo, possiamo usare queste immagini per determinare l’orbita dell’oggetto. Molte nuove ed entusiasmanti indagini astronomiche imminenti mapperanno anche il cielo notturno nel corso di molti anni per cercare supernova e o altri oggetti che variano nel tempo, quindi ci aspettiamo di trovare ancora più oggetti nei prossimi decenni.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

A che dimensione un NEO diventa un problema?

Qualsiasi cosa con un diametro superiore a 140 metri potrebbe causare gravi danni alle città o alle coste, quindi qualsiasi NEO con orbite che attraversano l’orbita terrestre è classificato come un oggetto potenzialmente pericoloso . Ci sono circa 2.000 PHO conosciuti oggi. Nessuno di loro avrà probabilmente un impatto sul pianeta nei prossimi 100 anni, ma osserviamo ancora le loro orbite per eventuali cambiamenti. 

I percorsi orbitali dei NEO che saranno vicini alla Terra tra più di 100 anni non possono essere previsti molto bene. Tuttavia, è importante notare che grandi impatti hanno colpito la Terra in passato e il pianeta sarà colpito da grandi impatti in futuro. Non è una questione di se, ma di quando. Ma niente panico, non è probabile che accada presto.

Ci sono modi in cui possiamo deviare i NEO che si avvicinano troppo?

Se abbiamo un preavviso di 5-10 anni circa, deviare un NEO dovrebbe essere facile. Non sto parlando di esplosioni nucleari o cose del genere. Far esplodere un NEO è probabilmente la cosa peggiore da fare, poiché ora hai molte rocce più piccole nella stessa orbita. Detto questo, la NASA lancerà questo mese il Double Asteroid Redirection Test, o DART, che testerà un impatto cinetico con un asteroide. Questo impatto pianificato ad alta velocità determinerà l’efficacia con cui possiamo cambiare l’orbita di un asteroide.

Esistono molti altri metodi, tra cui un trattore gravitazionale, un veicolo spaziale che spinge l’asteroide utilizzando la massa del veicolo spaziale, o razzi collegati. Se la nostra civiltà vuole sopravvivere per i prossimi 1.000 anni, dobbiamo capirlo.

L’asteroide 2004 UE raggiungerà il suo massimo avvicinamento alla Terra il 13 novembre. Come si confrontano le dimensioni e la traiettoria di questo oggetto con altri NEO identificati nel corso della storia?

L’asteroide 2004 UE è piuttosto tipico di un NEOHa un diametro di circa 160 metri: la maggior parte sono più piccoli, ma molti sono più grandi. L’asteroide 2004 UE non è considerato un problema di sicurezza poiché l’approccio più vicino all’orbita terrestre il 13 novembre sarà più di 30 volte la distanza Terra-Luna

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Articoli più letti