L’Intelligenza Artificiale inizia a discutere con gli umani

Esperti nel campo dell'intelligenza artificiale (AI) sono convinti che i computer moderni, aggregando le dichiarazioni accumulate di un grande numero di persone ed esempi di controversie, stiano cercando con successo di applicare questa conoscenza nei dibattiti con gli esseri umani

0
2543

Esprimere giudizi e valutare, discutere, convincere l’avversario, condurre campagne e uscire dalla disputa magnificamente: queste capacità, e talvolta talenti, sono state recentemente considerate prerogativa di una persona. Ma gli esperti nel campo dell’intelligenza artificiale (AI) sono convinti che i computer moderni, aggregando le dichiarazioni accumulate di grandi persone ed esempi di controversie, stiano cercando con successo di applicare questa conoscenza nei dibattiti con le persone.

IBM ha sviluppato un sistema di intelligenza artificiale (AI) per discutere le persone.

Questo è ciò che scrive Bob Yierka nel suo articolo “Un nuovo sistema di dibattito sull’intelligenza artificiale può competere con esperti umani” sul portale di notizie ELE Times il 19 marzo 2021.

Chris Reed dell’Università di Dundee nel Regno Unito ha pubblicato un articolo che esplora la storia e lo sviluppo della tecnologia di intelligenza artificiale basata sui tipi di logica utilizzati negli argomenti dagli esseri umani e su un nuovo sistema di dibattito sull’intelligenza artificiale sviluppato da IBM.

Come sottolinea Reed, il dibattito è un’abilità che gli esseri umani hanno affinato per millenni. È generalmente considerato un tipo di discussione in cui una o più persone cercano di convincere gli altri che la loro opinione sull’argomento della discussione è corretta. Come parte di questo nuovo progetto, il team IBM ha creato il sistema AI Debating che discute con persone reali.

Ascolta i moderatori e gli oppositori della discussione e risponde con una voce femminile.



Nella maggior parte dei dibattiti, le persone che discutono tendono a citare altre persone per sostenere le loro affermazioni. Possono citare ricerche precedenti come esempio o citare frasi famose pronunciate da esperti rispettati nel loro campo. Il sistema IBM, noto come ProjectDebater, esegue la scansione di Internet per tali argomenti e li utilizza se ritiene che siano convincenti.

I partecipanti ai dibattiti di solito cercano di confutare gli argomenti del loro avversario. Per svolgere queste attività, Project Debater utilizza Watson, un sistema IBM che ascolta gli argomenti degli oppositori e quindi cerca le confutazioni che altri hanno dato a simili affermazioni.

IBM ha iniziato a testare il suo sistema nel 2019, durante una discussione con l’esperto Harish Natarajan. I presenti hanno convenuto che Project Debater non ha sconfitto Natarajan, ma i telespettatori hanno anche convenuto che il sistema ha funzionato bene.

Poco dopo, durante un altro test, a Project Debater è stato chiesto di convincere un gruppo di telespettatori che la telemedicina era una buona idea. La maggior parte dei partecipanti ha scoperto che il sistema di intelligenza artificiale ha cambiato la sua posizione sull’argomento, forse suggerendo che i sistemi di dibattito basati sull’intelligenza artificiale potrebbero un giorno svolgere un ruolo nei dibattiti umani come quelli che si svolgono sui siti di social media.

“L’intelligenza artificiale sarebbe la versione definitiva di Google. L’ultimo motore di ricerca che capirebbe tutto sul web. Comprenderebbe esattamente quello che volevi e ti darebbe la cosa giusta. Non siamo neanche lontanamente a farlo ora. Tuttavia, possiamo avvicinarci sempre di più a questo, ed è fondamentalmente su cui lavoriamo“.
Larry Page fondatore di Google con Sergej Brin

“Il ritmo dei progressi nell’intelligenza artificiale (non mi riferisco all’IA ristretta) è incredibilmente veloce. […], non hai idea di quanto velocemente stia crescendo ad un ritmo vicino all’esponenziale. Il rischio che succeda qualcosa di gravemente pericoloso è dentro cinque anni di tempo. 10 anni al massimo.“
Elon Musk CEO e CTO di Space Exploration Technologies Corporation, CEO di Tesla Motors e CEO di Neuralink in un commento su Edge.org

“Lo sviluppo di un’intelligenza artificiale completa potrebbe significare la fine della razza umana …. Decollerebbe da solo e si riprogettò a un ritmo sempre crescente. Gli umani, che sono limitati dalla lenta evoluzione biologica, non potrebbero competere e sarebbero superati.“
Stephen Hawking alla BBC

2