Intelligenza Artificiale – 10 buoni motivi per farne uso

Non si devono trascurare le innumerevoli modalità in cui l’Intelligenza Artificiale può essere utilizzata con notevoli vantaggi

0
3200

Grazie all’Intelligenza Artificiale abbiamo la possibilità di affrontare i problemi sociali da una prospettiva diversa. Anche se vi possono essere delle perplessità su un utilizzo improprio dell’Intelligenza Artificiale, non si devono trascurare le innumerevoli modalità in cui l’Intelligenza Artificiale può essere utilizzata con notevoli vantaggi. Le problematiche globali sono abbastanza complesse, e l’Intelligenza Artificiale fornisce certamente uno strumento prezioso per far sì che gli sforzi dell’Uomo siano adeguati per la soluzione di problemi fastidiosi. In questo articolo sono riportati i 10 migliori modi con i quali è possibile utilizzare l’Intelligenza Artificiale adeguatamente.

Attività di screening tumorale

L’Intelligenza Artificiale, con il supporto degli algoritmi deep-learning (algoritmi ispirati alla struttura e alla funzione del cervello, chiamate reti neurali artificiali), viene da tempo utilizzata in ambito sanitario. Nello specifico, le potenzialità di imaging dell’Intelligenza Artificiale sono abbastanza promettenti per l’identificazione e lo screening dei tumori, fra i quali il tumore al seno. L’Intelligenza Artificiale è utilizzata anche per prevedere lo sviluppo di malattie attraverso una rete sanitaria. Presso l’ospedale di Mount Sinai (a New York), attraverso l’implementazione di un algoritmo di Intelligenza Artificiale, basato sul deep-learning, è stato possibile prevenire, con una precisione del 94%, l’insorgenza di malattie, quali tumori del fegato, del retto e della prostata. Grazie alla ricerca sui tumori, ai test clinici e allo sviluppo dei farmaci, si è venuta a costituire una considerevole base di dati che permettono all’Intelligenza Artificiale di orientare meglio le decisioni da prendere in ambito sanitario.

Salvare le api

L’Intelligenza Artificiale viene utilizzata nel World Bee Project, un programma mondiale finalizzato alla salvaguardia delle api, per prevenirne l’estinzione. La popolazione globale di api è in declino e ciò non è una buona notizia per il nostro pianeta e per l’approvvigionamento di cibo. In collaborazione con la Oracle, il World Bee Project spera di trovare delle soluzioni per aiutare le api a sopravvivere e a prosperare, raccogliendo dati attraverso sensori, microfoni e camere poste sugli alveari, utilizzando le tecnologie di Internet – of – Things. Questi dati vengono quindi caricati su un cloud dedicato e analizzati dall’Intelligenza Artificiale per identificare modelli o azioni che potrebbero orientare gli interventi, nell’immediato, per agevolare la sopravvivenza delle api. Inoltre, attraverso l’Intelligenza Artificiale viene facilitata la condivisione, su scala globale, di dati in tempo reale, in modo da intraprende con immediatezza le azioni opportune.

Strumenti per persone con disabilità

Un altro ambito in cui viene utilizzata l’Intelligenza Artificiale si riferisce all’ausilio fornito alle persone con disabilità. La Huawei ha utilizzato l’Intelligenza Artificiale e la Realtà Aumentata per creare StorySign, un’applicazione gratuita per cellulari che aiuta bambini non udenti a imparare a leggere traducendo il testo nel linguaggio dei segni. La compagnia ha anche creato Track.Ai, un dispositivo di facile utilizzo e conveniente, che può identificare dei disturbi della vista nei bambini e permettere quindi un trattamento precoce, anticipando l’insorgenza della cecità. Facing Emotions, un’altra applicazione di Intelligenza Artificiale creata da Huawei, traduce le emozioni in suoni semplici e brevi. L’applicazione valuta l’emozione osservata sulla faccia di una persona e quindi aiuta il non vedente a “vedere” quell’emozione attraverso dei suoni. L’applicazione utilizza la retrocamera del telefono cellulare per valutare il naso, la bocca, le sopracciglia e gli occhi; quindi l’Intelligenza Artificiale analizza l’espressione su questi lineamenti facciali e l’emozione che da essa ne deriva – disprezzo, rabbia, paura, disgusto, tristezza, felicità e sorpresa.

Cambiamenti di clima

Tramite l’uso dell’Intelligenza Artificiale si possono fare grandi passi nella soluzione di uno dei problemi più importanti per il globo terrestre. Il cambiamento climatico è sicuramente un problema di dimensioni enormi, ma diversi esperti in Intelligenza Artificiale e in machine learning (Apprendimento Automatico) sono certi che la tecnologia sarà in grado di affrontare tali problemi. Il machine learning può migliorare l’informatica dedicata al clima – gli algoritmi di machine learning alimentano circa 30 modelli di clima utilizzati dal Gruppo Intergovernativo sul Cambiamento Climatico (Intergovernment Panel on Climate Change – IPCC). L’Intelligenza Artificiale può giocare un ruolo importante anche per educare e prevedere gli impatti del cambiamento climatico nelle diverse regioni della Terra. I ricercatori del Montreal Institute for Learning Algorithms (MILA) usano le cosiddette reti antagoniste generative (Generative Adversarial Network – GAN) per simulare il danno causato da violente tempeste e dall’innalzamento delle acque marine. Le reti antagoniste generative sono dei metodi in cui due reti neurali vengono addestrate in maniera competitiva all’interno di un framework di gioco mimimax.



Protezione della fauna selvatica

L’Intelligenza Artificiale viene utilizzata anche nella conservazione della fauna selvatica, permettendo ai gruppi non sovvenzionati di analizzare i dati senza ingenti costi. Un gruppo del Kaua’i Endangered Seabird Recovery Project (Progetto di Recupero degli uccelli marini in via di estinzione) Università delle Hawaii – ha utilizzato l’Intelligenza Artificiale per analizzare 600 ore di audio per rilevare il numero di collisioni tra gli uccelli e le linee elettriche. Un altro esempio di utilizzo dell’Intelligenza Artificiale per salvaguardare le specie in via di estinzione è dato dall’Università del Southern California Center for Artificial Intelligence in Society, dove viene utilizzato un veicolo aereo a conduzione remota per individuare i bracconieri e localizzare gli animali. I dati raccolti dal drone vengono quindi analizzati con strumenti di machine learning, che utilizzano la teoria dei giochi per prevedere l’attività dei bracconieri e degli animali. L’Intelligenza Artificiale viene utilizzata anche da WildMe e da Microsoft per riconoscere, registrare e tracciare automaticamente animali in via di estinzione come squali balena, analizzando le foto postate dalle persone su internet.

Contro la fame nel mondo

L’Intelligenza Artificiale è uno degli strumenti più praticabili nella lotta per porre fine alla crisi della fame nel mondo. Attraverso l’Intelligenza Artificiale è possibile analizzare milioni di dati per aiutare a determinare il raccolto perfetto, a sviluppare semi, a controllare il giusto apporto di erbicidi. Vi sono già delle applicazioni utilizzate allo scopo, ma è importante sottolineare il Nutrition Early Warning System (NEWS), che utilizza il machine learning e i big data per identificare quelle regioni in cui si registra un incremento del rischio di carenza di cibo a causa di raccolti andati a male, dell’aumento dei prezzi degli alimenti e della siccità.

Riduzione delle disuguaglianze e della povertà

Nonostante una delle critiche sugli algoritmi di Intelligenza Artificiale riguarda il discernimento dell’uomo che può essere introdotto attraverso degli algoritmi distorti o insiemi di dati di prova, l’Intelligenza Artificiale può veramente essere di grande ausilio per ridurre le disuguaglianze. Il Center for Data Science and Public Policy del Progetto Aequitas dell’Università di Chicago e il Progetto AI Fairness 360 della IBM sono degli strumenti open source che possono tracciare e correggere i pregiudizi. La piattaforma Textio, che fonda la sua attività sulla cultura dell’inclusione, ha aiutato un editore ad aumentare la percentuale di donne assunte, dal 10 al 57 %. L’Imperial College di Londra sta provando l’Intelligenza Artificiale per identificare le disuguaglianze sulla base di immagini delle condizioni di vita nelle città, con lo scopo di utilizzare questa informazione per migliorare queste stesse situazioni. Allo stesso modo, un progetto portato avanti presso l’Università di Stanford, usa l’Intelligenza Artificiale per analizzare delle immagini satellitari con lo scopo di prevedere delle regioni di povertà, in modo da orientare meglio gli aiuti economici. La IBM, attraverso il Science for Social Good directive Simpler Voice, utilizza metodi di Intelligenza Artificiale e di machine learning per sconfiggere la povertà con l’abbattimento dell’analfabetismo.

Individuare fake news

L’Intelligenza Artificiale è sicuramente il motore che spinge le fake news fuori dalle masse, ma Google, Microsoft e il progetto Fake News Challenge utilizzano la stessa Intelligenza Artificiale (processi di machine learning e di linguaggio naturale) per valutare automaticamente la validità di un articolo. Per esempio, Facebook ha la necessità di monitorare migliaia di miliardi di post e utilizza l’Intelligenza Artificiale per trovare parole e schemi che possono indicare delle fake news. Altri strumenti che utilizzano l’Intelligenza Artificiale per analizzare contenuti di testi sono Spike, Snopes, Hoaxy e altri.

Valutare Immagini mediche

L’Intelligenza Artificiale è molto utilizzata per migliorare i sistemi sanitari. La Siemens Healthineers, con sede in Germania, è un’importante compagnia di tecnologie mediche che integra l’Intelligenza Artificiale nelle proprie tecnologie innovative. Una di queste tecnologie è la AI – Rad Companion.4, un assistente radiologo che supporta le attività di lettura e di misurazione di routine delle immagini mediche. L’Intelligenza Artificiale migliora i processi di analisi delle immagini mediche per alleggerire i carichi di lavoro di radiologi, in caso di eccesso di impegno. Un altro strumento innovativo è il AI – Pathway Companion5. Questo strumento integra, per ogni singolo paziente, approfondimenti di patologia, di imaging, di laboratorio e di genetica, per fornire lo stato di salute generale e suggerire quindi i passi successivi sulla base dei dati acquisiti.

Dare priorità agli aggiornamenti

Presso il CAIS (Center for Artificial Intelligence in Society), viene utilizzata l’Intelligenza Artificiale per capire come mantenere l’approvvigionamento idrico di Los Angeles in caso di terremoto. Data l’obsolescenza dell’infrastruttura idrica della città, il progetto si propone di identificare delle aree strategiche per migliorare la rete di tubi, in modo da potenziare prioritariamente, in caso di terremoto, le infrastrutture critiche (quelle che supportano gli ospedali, i centri di evacuazione, le stazioni dei vigili del fuoco e di polizia). Questo è un problema che l’Intelligenza Artificiale è in grado di risolvere simulando molti scenari differenti per trovare la soluzione migliore.

Fonte: Forbes

2