16.1 C
Rome
domenica, Novembre 27, 2022
HomeEsplorazione SpazialeInSight è in modalità provvisoria a causa di una tempesta di polvere

InSight è in modalità provvisoria a causa di una tempesta di polvere

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Il lander è entrato in “safe mode” per risparmiare energia; gli ingegneri della NASA mirano a tornare alle normali operazioni la prossima settimana.
Il lander InSight della NASA è stabile e invia dati da Marte alla Terra dopo essere entrato in modalità provvisoria venerdì 7 gennaio, a seguito di una grande tempesta di polvere locale che ha ridotto la luce solare e coperto i suoi pannelli solari. In modalità provvisoria, un veicolo spaziale sospende tutte le funzioni tranne quelle essenziali.

Il team della missione ha ristabilito i contatti con InSight il 10 gennaio, scoprendo che la sua potenza è stabile e che le batterie del lander non si stanno scaricando. Si ritiene che le batterie scariche, impossibilitate a ricaricarsi durante una tempesta di sabbia globale del 2018, siano state la causa della fine del rover Opportunity della NASA.

Anche prima di questa recente tempesta di polvere, si era accumulata polvere sui pannelli solari di InSight, riducendo l’alimentazione del lander. Utilizzando il braccio robotico del lander, il team di InSight ha escogitato un modo innovativo per ridurre la polvere su un pannello e ha ottenuto diversi aumenti di energia nel 2021, ma queste attività diventano sempre più difficili man mano che l’energia disponibile diminuisce.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Selfie InSight

Questo selfie del lander InSight della NASA è un mosaico composto da 14 immagini scattate il 15 marzo e l’11 aprile 2019 – il 106° e il 133° giorno marziano, o sol, della missione – dalla Instrument Deployment Camera di InSight, situata sul suo braccio robotico.
Credito: NASA/JPL-Caltech . Credito: NASA/JPL-Caltech

Le tempeste di polvere possono influenzare i pannelli solari in due modi: la polvere riduce la luce solare che filtra attraverso l’atmosfera e può anche accumularsi sui pannelli. Resta da determinare se questa tempesta lascerà un ulteriore strato di polvere sui pannelli solari.

L’attuale tempesta di polvere è stata rilevata per la prima volta dalla fotocamera Mars Color Imager (MARCI) a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter della NASA, che crea mappe giornaliere a colori dell’intero pianeta. Tali mappe consentono agli scienziati di monitorare le tempeste di polvere e possono fungere da sistema di allerta precoce per i veicoli spaziali sulla superficie marziana. Il team di InSight ha ricevuto dati che indicano che la tempesta regionale si sta attenuando.

I vortici e le raffiche di tempeste di polvere hanno aiutato a ripulire i pannelli solari nel tempo, come già successo con le missioni dei rover Spirit e Opportunity su Marte. Sebbene i sensori meteorologici di InSight abbiano rilevato molti vortici di passaggio, nessuno ha rimosso la polvere.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Gli ingegneri di InSight sperano di poter comandare al lander di uscire dalla modalità provvisoria la prossima settimana. Ciò consentirà una maggiore flessibilità nel funzionamento del lander, poiché la comunicazione, che richiede una quantità relativamente grande di energia, è limitata in modalità sicura per conservare la carica della batteria.

InSight è atterrato su Marte il 26 novembre 2018 per studiare la struttura interna del pianeta, inclusi crosta, mantello e nucleo. Il veicolo spaziale ha raggiunto i suoi obiettivi scientifici prima che la sua missione principale terminasse un anno fa. La NASA ha quindi esteso la missione per un massimo di due anni, fino a dicembre 2022, sulla base della raccomandazione di un comitato di revisione indipendente composto da esperti con background in scienza, operazioni e gestione della missione.

Maggiori informazioni sulla missione

Il JPL gestisce InSight per la direzione della missione scientifica della NASA. InSight fa parte del Discovery Program della NASA, gestito dal Marshall Space Flight Center dell’agenzia a Huntsville, in Alabama. Lockheed Martin Space a Denver ha costruito la navicella spaziale InSight, compreso il suo palco da crociera e il lander, e supporta le operazioni della navicella spaziale per la missione.

Numerosi partner europei, tra cui il Centre National d’Études Spatiales (CNES) francese e il Centro aerospaziale tedesco (DLR), stanno sostenendo la missione InSight. Il CNES ha fornito lo strumento Seismic Experiment for Interior Structure (SEIS) alla NASA, con il ricercatore principale dell’IPGP (Institut de Physique du Globe de Paris). Contributi significativi per SEIS provenivano da IPGP; il Max Planck Institute for Solar System Research (MPS) in Germania; il Politecnico Federale Svizzero (ETH di Zurigo) in Svizzera; Imperial College di Londrae l’Università di Oxford nel Regno Unito; e JPL. DLR ha fornito lo strumento Heat Flow and Physical Properties Package (HP3), con contributi significativi del Centro di ricerca spaziale (CBK) dell’Accademia polacca delle scienze e Astronika in Polonia. Il Centro de Astrobiologia (CAB) spagnolo ha fornito i sensori di temperatura e vento.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Articoli più letti