Hyperstealth propone il mantello dell’invisibilità – video

La tecnologia Hyperstealth sviluppata da Cramer sfoca l'oggetto. In realtà non lo fa scomparire, anche se sembra proprio che lo faccia

1986
Hyperstealth propone il mantello dell'invisibilità - video
Hyperstealth propone il mantello dell'invisibilità - video

L’Hyperstealth Biotechnology Corporation, una società canadese, afferma di aver perfezionato un mantello dell’invisibilità che funziona utilizzando la fisica classica.

Dopo quasi un decennio in cui allude vagamente ai suoi progressi nell’invisibilità, il CEO di Hyperstealth, Guy Cramer ha pubblicato, ad agosto, un video dimostrativo della durata di un’ora per celebrare il debutto ufficiale della sua tecnologia Quantum Stealth“, riporta Popular Science. Cramer e il suo team di Hyperstealth hanno rivelato di creare invisibilità con le lenti lenticolari.

Le lenti lenticolari sono usate anche nei poster tridimensionali in 3D. Quei poster formati una serie di lunghe lenti convesse, tutte parallele l’una all’altra. Le immagini dimensionali sono più immagini divise in fette sottili, interlacciate insieme.

Queste lenti lenticolari ingrandenti consentono di visualizzare quelle sezioni da diverse angolazioni. Da sinistra e da destra, puoi vedere l’immagine completa di ogni immagine, ma quando giri il poster le due (o più) immagini si sfocano insieme, creando illusioni.

Cramer osserva che molti fisici erano scettici sul fatto che la sua azienda potesse portare a termine la loro incredibile impresa. “I fisici dicevano: ‘bene sappiamo che possiamo piegare la luce a una frequenza specifica. Ma sicuramente non puoi fare due frequenze allo stesso tempo, se una è rossa e l’altra è blu. E sicuramente non l’intero spettro visibile.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

L’ esperimento iniziale di Hyperstealth del mantello con le lenti lenticolari era semplice:

“Un enorme mantello di lenti disposte verticalmente. Sebbene Cramer scompaia in gran parte dietro lo schermo, l’occultamento è sfocato e un po’ istorto.”

Tredici versioni dopo, Cramer è arrivato all’effetto odierno. Garantisce di lasciarci stupefatti. Ha un’immagine molto più chiara e funziona perfettamente quando la persona o l’oggetto si trova a circa 3 metri dall’obiettivo.

Correlato: Il mantello dell’invisibilità non è più solo fantascienza

Va notato che Quantum Cloak non è in realtà un mantello nel senso scientifico del termine. L’effettivo occultamento implica l’invio di luce attraverso un mezzo e ciò che esce è esattamente come se l’oggetto non fosse lì.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

La tecnologia Hyperstealth sviluppata da Cramer sfoca l’oggetto. In realtà non lo fa scomparire, anche se sembra proprio che lo faccia. Cramer intende commercializzare la sua invenzione ai militari.

“Sul campo, la mia invenzione potrebbe mascherare efficacemente un bersaglio e, in una certa misura, il suo movimento.” E, dice Cramer, se il mantello non può nascondere qualcosa, può almeno distorcere l’immagine in modo che non sia più un bersaglio chiaramente identificabile. La chiave del suo potenziale successo risiede nella semplicità del design.

Un mantello Quantum Stealth non richiede alcuna fonte di alimentazione, è leggero, sottile e facile da usare.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Le lenti Hyperstealth sono anche un esempio di quella che è nota come legge di Snell. Secondo IFL Science:

“Puoi vedere facilmente l’effetto. Prendi un bicchiere d’acqua e mettici dentro un cucchiaio. Apparirà piegato. Lo stesso effetto fa sembrare le piscine meno profonde di quanto non siano. Quando la luce si sposta tra due materiali, l’angolo con cui si muove cambierà a seconda dell’indice di rifrazione. Quindi, essendo intelligenti con i materiali è possibile costruire qualcosa che ha un punto cieco. Ed è qui che avviene l’invisibilità. “