Hubble esamina un pianeta delle dimensioni della Terra

Hubble ha misurato le dimensioni dell'esopianeta più vicino alle dimensioni della Terra, che ruota nei pressi di una stella

0
1706
Hubble alla ricerca di un pianeta delle dimensioni della Terra
Hubble alla ricerca di un pianeta delle dimensioni della Terra

Il telescopio spaziale Hubble ha misurato le dimensioni di un esopianeta simile per grandezza alla Terra mentre si interponeva tra la sua stella e noi. Questo allineamento, chiamato transito, apre la porta a ulteriori studi per vedere che tipo di atmosfera, se ce n’è una, potrebbe avere il mondo roccioso.

La scoperta di Hubble

Il minuscolo pianeta, LTT 1445Ac, è stato scoperto per la prima volta dal Transiting Exoplanet Survey Satellite (TESS) della NASA nel 2022. Ma la geometria del piano orbitale del pianeta rispetto alla sua stella vista dalla Terra era incerta perché TESS non ha la risoluzione ottica richiesta. Ciò significa che il rilevamento potrebbe essere stato un cosiddetto transito radente, in cui un pianeta sfiora solo una piccola porzione del disco della stella madre. Ciò produrrebbe un limite inferiore impreciso del diametro del pianeta.

Emily Pass del Center for Astrophysics | Harvard & Smithsonian a Cambridge, Massachusetts ha detto tramite alcune dichiarazioni riportate dal portale della NASA: “C’era la possibilità che questo sistema avesse una geometria sfortunata e, se così fosse, non avremmo misurato la dimensione giusta. Ma con le capacità di Hubble abbiamo inchiodato il suo diametro”.

Le osservazioni del telescopio spaziale su LTT 1445Ac

Le osservazioni di Hubble mostrano che il pianeta compie un normale transito completamente attraverso il disco della stella, producendo una dimensione reale di solo 1,07 volte il diametro della Terra. Ciò significa che il pianeta è un mondo roccioso, come la Terra, con approssimativamente la stessa gravità superficiale. Avendo, però, una temperatura superficiale di circa 250° Celsius, è troppo caldo per la vita come la conosciamo.

Il pianeta orbita attorno alla stella LTT 1445A, che fa parte di un triplo sistema di tre nane rosse che si trova a 22 anni luce di distanza nella costellazione dell’Eridano. La stella ha altri due pianeti segnalati che sono più grandi di LTT 1445Ac. Una stretta coppia di altre due stelle nane, LTT 1445B e C, si trova a circa 3 miliardi di miglia di distanza da LTT 1445A, anch’essa risolta da Hubble. L’allineamento delle tre stelle e l’orbita di taglio della coppia BC suggeriscono che tutto nel sistema è complanare, compresi i pianeti conosciuti.



Pass: “I pianeti in transito sono eccitanti”

“I pianeti in transito sono eccitanti dal momento che possiamo caratterizzare le loro atmosfere con la spettroscopia, non solo con Hubble ma anche con il telescopio spaziale James Webb. La nostra misurazione è importante perché ci dice che questo è probabilmente un pianeta terrestre molto vicino. Non vediamo l’ora di effettuare osservazioni successive che ci permetteranno di comprendere meglio la diversità dei pianeti intorno ad altre stelle”, ha detto Pass. Questa ricerca è stata accettata per la pubblicazione su The Astronomical Journal.

Il telescopio spaziale Hubble è un progetto di cooperazione internazionale tra la NASA e l’ESA. Il Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland, gestisce il telescopio. Lo Space Telescope Science Institute (STScI) di Baltimora, nel Maryland, conduce le operazioni scientifiche di Hubble. STScI è gestito per la NASA dall’Association of Universities for Research in Astronomy, con sede a Washington, D.C.

Esopianeti simili alla Terra

La ricerca di esopianeti simili alla Terra è un’attività aperta nel campo dell’astronomia. Alcuni esopianeti che rientrano nella categoria di “esopianeti simili alla Terra” sono stati scoperti attraverso missioni come il telescopio spaziale Kepler della NASA. Ad esempio, Proxima Centauri b è un esopianeta di dimensioni simili alla Terra che orbita attorno alla stella più vicina al nostro sistema solare, Proxima Centauri.

Cosa sono i pianeti rocciosi?

I pianeti rocciosi sono pianeti che sono principalmente composti da rocce e metalli. Questa categoria di pianeti è in contrasto con i giganti gassosi, che sono principalmente composti da idrogeno ed elio, e spesso hanno atmosfere molto dense. I pianeti rocciosi, come la Terra, hanno una superficie solida o crosta che può essere composta da rocce, metalli e minerali.

2