Cosa succede ai tuoi polmoni con lo “svapo”

Sebbene a questo punto non ci sia una risposta definitiva, gli esperti hanno una teoria su come lo svapo danneggi i polmoni

0
10693
Cosa succede ai tuoi polmoni con lo
Cosa succede ai tuoi polmoni con lo "svapo"

“Negli ultimi 24-36 mesi, ho visto un aumento esplosivo di pazienti che svapano“, riferisce Broderick. “Con il tabacco, abbiamo sei decenni di studi rigorosi per dimostrare quale delle 7.000 sostanze chimiche inalate durante il fumo ha un impatto sui polmoni. Ma con lo svapo, semplicemente non conosciamo ancora gli effetti a breve o lungo termine e quali componenti delle sigarette elettroniche sono da incolpare “.

Cosa succede con lo svapo

Sia il fumo che lo svapo comportano il riscaldamento di una sostanza e l’inalazione dei fumi risultanti. Con le sigarette tradizionali, inali il fumo del tabacco bruciato. Con lo svapo, un dispositivo (tipicamente una penna per vaporizzatori o un mod – una penna per vaporizzatori potenziata  – che può sembrare una chiavetta USB) riscalda un liquido (chiamato succo di vaporizzazione o liquidi) fino a quando non si trasforma in un vapore, similmente a come agisce un nebulizzatore.
Invece di bagnare il tessuto polmonare con una nebbia terapeutica, proprio come fa un nebulizzatore, lo svapo riveste i polmoni con sostanze chimiche potenzialmente dannose. Le miscele includono aromi, additivi aromatici e nicotina o THC (la sostanza chimica della marijuana che causa effetti psicologici), disciolti in una base liquida oleosa.
“Riteniamo che alcuni degli elementi vaporizzati dell’olio penetrino in profondità nei polmoni e causino una risposta infiammatoria”, spiega Broderick, chirurgo del John Hopkins.
La sostanza al centro dell’indagine è la vitamina E. Viene spesso utilizzata come addensante e agente di rilascio nei liquidi. E, sebbene sia sicura se assunta per via orale come integratore o usato sulla pelle, è irritante se inalato. È stato trovato nei polmoni di persone con gravi danni legati allo svapo.

Anche altre sostanze comuni presenti nel liquido o prodotte quando è riscaldato possono rappresentare un rischio per i polmoni. Questi includono:

  • Diacetile: questo additivo alimentare, utilizzato per intensificare i sapori delle sigarette elettroniche, è noto per danneggiare i piccoli passaggi nei polmoni.
  • Formaldeide: questa sostanza chimica tossica può causare malattie polmonari e contribuire alle malattie cardiache.
  • Acroleina: più spesso usata come diserbante, questa sostanza chimica può danneggiare i polmoni.
Polmonite “Popcorn”
La bronchiolite obliterante (BO), una condizione rara che deriva dal danno delle piccole vie aeree dei polmoni, è stata originariamente scoperta quando i lavoratori della fabbrica di popcorn hanno iniziato a ammalarsi. Il colpevole era il diacetile, un additivo alimentare usato per simulare il sapore del burro nei popcorn al microonde.
Il diacetile viene spesso aggiunto al liquido aromatizzato per migliorarne il gusto. L’inalazione provoca infiammazione e può portare a cicatrici permanenti nei rami più piccoli delle vie aeree rendendo difficile la respirazione.

Polmonite lipoide correlata allo svapo

A differenza della classica polmonite causata dall’infezione, la polmonite lipoide si sviluppa quando gli acidi grassi entrano nei polmoni. La polmonite lipidica è il risultato dell’inalazione delle sostanze oleose presenti che provoca una risposta infiammatoria nei polmoni.

Polmone collassato dopo lo svapo

Lo pneumotorace spontaneo primario, o polmone collassato, si verifica quando c’è un buco nel polmone attraverso il quale fuoriesce l’ossigeno. Questo può essere il risultato di una ferita, come uno sparo o una ferita da coltello, o quando le bolle d’aria sulla parte superiore dei polmoni si rompono e creano minuscole lacrime.

“Generalmente chi sviluppa queste vesciche sono persone alte e magre che hanno avuto un periodo di rapida crescita durante l’adolescenza”, dice Broderick. Il fumo – e ora lo svapo – sono associati ad un aumentato rischio di scoppiare queste vesciche, portando al collasso polmonare.



Alla Johns Hopkins, stiamo assistendo a un’eruzione di polmoni collassati nei giovani“, riferisce Broderick. “Chiediamo sempre se hanno fumato e spesso dicono: ‘No, non fumo. Ma io svapo. ‘ Ora diciamo ai pazienti di non fumare o svapare se vogliono evitare un altro collasso polmonare e un intervento chirurgico in futuro“.

Lo svapo può causare il cancro ai polmoni?

Il cancro è sicuramente una preoccupazione, dato che lo svapo introduce una serie di sostanze chimiche nei polmoni. Ma i prodotti per lo svapo non non sono utilizzati da abbastanza tempo da permetterci di sapere se causano o meno il cancro.

Sappiamo che il fumo di tabacco costringe minuscole particelle a depositarsi in profondità nell’albero bronchiale e può portare allo sviluppo del cancro. Lo stesso può essere vero per lo svapo“, conclude Broderick.

2