Cosa stava accadendo alla Terra prima del riscaldamento globale?

La Terra si stava riscaldando o raffreddando prima del riscaldamento globale? In questo articolo esamineremo la situazione

0
731
Cosa stava accadendo alla Terra prima del riscaldamento globale?

La Terra si stava riscaldando o raffreddando prima del riscaldamento globale? In questo articolo esamineremo la situazione.

Prima di tutto è necessario precisare come modelli climatici accurati svolgono un ruolo fondamentale nella scienza e nella politica del clima, contribuendo a informare i responsabili politici e decisionali di tutto il mondo mentre considerano i modi per rallentare gli effetti mortali di un pianeta che si riscalda e per adattarsi ai cambiamenti già in corso.

Per testare la loro accuratezza, i modelli sono programmati per simulare il clima passato per vedere se concordano con le prove geologiche. Le simulazioni del modello possono entrare in conflitto con le prove. Come possiamo sapere quale è corretto?

Riscaldamento globale: lo studio di Darrell Kaufman

Un articolo di revisione pubblicato oggi su Nature affronta questo conflitto tra modelli e prove, noto come l’enigma della temperatura globale dell’Olocene. L’autore principale è Darrell Kaufman, professore presso la School of Earth and Sustainability.

Degna di menzione riguardo al lavoro anche la ricercatrice post-dottorato dell’Università dell’Arizona Ellie Broadman, una coautrice che ha contribuito a questo studio mentre guadagnava il suo dottorato di ricerca. Gli esperti hanno dunque analizzato un’ampia gamma di dati disponibili degli ultimi 12.000 anni per abbattere il problema di cui stiamo parlando.



Quale idea possiamo farci della ricerca in questione?

Lo studio si basa sul lavoro svolto da Kaufman e incluso nell’ultimo importante rapporto sul clima dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) e esamina se la temperatura media globale di 6.500 anni fa fosse più calda, come indicato da prove per procura dagli archivi naturali del passato informazioni sul clima, o più fredde, come simulato dai modelli, rispetto alla fine del XIX secolo, quando la rivoluzione industriale portò a un aumento significativo del riscaldamento causato dall’uomo.

Questa valutazione completa conclude che la temperatura media globale circa 6.500 anni fa era probabilmente più calda ed è stata seguita da una tendenza plurimillenaria al raffreddamento che si è conclusa nel 1800. Ma, hanno avvertito, l’incertezza esiste ancora nonostante recenti studi che hanno affermato di aver risolto l’enigma.

Come risolvere l’enigma?

Kaufman ha detto tramite alcune dichiarazioni riportate da Phys.org: “Quantificare la temperatura media della terra durante il passato, quando alcuni luoghi si stavano riscaldando mentre altri si stavano raffreddando, è una sfida, e sono necessarie ulteriori ricerche per risolvere con fermezza l’enigma”.

E ancora: “Ma tracciare i cambiamenti nella temperatura media globale è importante perché è la stessa metrica utilizzata per misurare l’andamento del riscaldamento causato dall’uomo e per identificare obiettivi negoziati a livello internazionale per limitarlo. In particolare, la nostra analisi ha rivelato quanto sorprendentemente poco sappiamo del rallentamento variabilità climatica, comprese le forze ora messe in moto dagli esseri umani che si svolgeranno con l’innalzamento del livello del mare e il disgelo del permafrost nei prossimi millenni”.

Il punto della situazione

Sappiamo di più sul clima dell’Olocene, che iniziò dopo la fine dell’ultima grande era glaciale 12.000 anni fa, rispetto a qualsiasi altro periodo plurimillenario. Sono stati pubblicati studi provenienti da una varietà di archivi naturali che memorizzano informazioni sui cambiamenti storici avvenuti nell’atmosfera, negli oceani, nella criosfera e sulla terraferma; studi che esaminano le forze che hanno guidato i cambiamenti climatici del passato, come l’orbita terrestre, l’irraggiamento solare, le eruzioni vulcaniche e i gas serra; e simulazioni di modelli climatici che traducono quelle forze in variazioni delle temperature globali. Tutti questi tipi di studi sono stati inclusi in questa revisione.

I dati “proxy” paleo-ambientali, che includono prove da oceani, laghi e altri archivi naturali, indicano un picco della temperatura media globale circa 6.500 anni fa e quindi una tendenza al raffreddamento globale fino a quando gli esseri umani hanno iniziato a bruciare combustibili fossili. I modelli climatici generalmente mostrano temperature medie globali in aumento negli ultimi 6.500 anni.

La Terra si stava riscaldando dunque? Può darsi, ma la questione rimane ancora aperta, poiché c’è bisogno di ulteriori conferme. Un passo in più per risolvere l’arcano è comunque stato fatto. Si attendono nuove ricerche in merito.

2