ExoMy: l’ESA rilascia il progetto base per costruire il suo rover marziano

Il rover europeo Rosalind Franklin del programma ExoMars ha un "fratello" più giovane: ExoMy. I progetti e il software per questa versione mini dell'esploratore di Marte sono disponibili gratuitamente in modo che chiunque possa stampare in 3D, assemblare e programmare il proprio ExoMy

0
1243
Indice
Il rover ExoMy a sei ruote è stato progettato dal Planetary Robotics Laboratory dell’ESA, specializzato nello sviluppo di piattaforme di locomozione e sistemi di navigazione per supportare le missioni di esplorazione planetaria dell’ESA.

“Chiunque abbia una stampante 3D può costruire il proprio ExoMy, con un budget stimato inferiore ai 500 euro”, spiega Miro Voellmy, tirocinante presso lo stesso istituto. “Il codice sorgente è disponibile su GitHub insieme a una guida all’assemblaggio passo passo e ad un tutorial.
“Ci siamo concentrati sul rendere il design il più conveniente e accessibile possibile. Utilizza un computer Raspberry Pi e parti elettroniche standard disponibili online e in qualsiasi negozio di hobby. La nostra speranza è che gli studenti delle scuole o dell’università creino il proprio ExoMy, per acquisire familiarità con la robotica e conoscere il rover ExoMars a grandezza naturale, il cui lancio è previsto per il 2022″.

ExoMy

ExoMy. Credito: ESA

Molti appassionati in tutto il mondo hanno già costruito i propri rover ExoMy. Le sue parti strutturali possono essere stampate in 3D dal PLA, un materiale biodegradabile fatto di amido vegetale.
Il rover, alto 42 cm, riproduce le caratteristiche chiave del suo fratello maggiore alta 2 m su base non funzionale, tra cui un trapano, pannelli solari sulle ali posteriori e l’albero della fotocamera con faccina, bocca e cappello personalizzabili.

ExoMy ExoMars Rovers a confronto



I rover ExoMy ed ExoMars a confronto. Credito: ESA

Il nostro obiettivo era rendere il design il più accessibile e divertente possibile“, afferma l’apprendista tedesco Maximillian Ehrhardt. “L’idea di ExoMy in realtà è nata per una dimostrazione una tantum all’ESA Open Day all’ESTEC nei Paesi Bassi, nel 2018. I visitatori di tutte le età potevano guidarlo attraverso il ‘Mars Yard’ del laboratorio, una struttura di prova che imita il terreno marziano. È stato un grande successo, che ci ha fatto pensare a una versione che le persone avrebbero potuto costruire da sole “.

Componenti ExoMy

Chiunque abbia una stampante 3D può costruire il proprio ExoMy, con un budget stimato di € 500 o meno, utilizzando parti elettriche reperibili in qualsiasi negozio di hobbystica e un Raspberry Pi come computer di bordo. Credito: ESA

ExoMy riutilizza anche il design delle sospensioni “triple-bogie” di Rosalind Franklin, che gli consente di attraversare ostacoli alti quanto la propria ruota, mantenendosi stabile sul terreno.
Ogni ruota ha il proprio motore e il battistrada ha sporgenze per favorire la trazione su terreni accidentati. “Lo sterzo viene gestito utilizzando un gamepad o un browser Web su un dispositivo mobile“, aggiunge il tirocinante belga Lorenzo Cervantes. “Da quello che abbiamo visto durante gli eventi Open Day precedenti, i bambini sono spesso più bravi dei genitori nel guidare ExoMy“.
ExoMy è più di un giocattolo in quanto può servire come piattaforma di ricerca e prototipazione a basso costo per esperimenti robotici“, aggiunge Miro.
E questa versione del rover non è un progetto congelato, con persone che tornano con idee per miglioramenti, come una telecamera panoramica e inclinabile sull’albero, su cui si stanno offrendo di aiutare. Per i test interni, stiamo anche lavorando a una mini-versione del Sample Fetch Rover ottimizzato per la velocità,  pianificato come parte del contributo dell’ESA al tentativo di International Mars Sample Return“.
Per ulteriori informazioni su come costruire il tuo rover ExoMy, fai clic qui.

2